Diritto Tributario

Dal 19.3.2000 la banca dati tributaria doc.

A cura dell'avv. Franco Ionadi e del dott. Spataro



Sequestro giudiziario di quote sociali - Deliberazione di distribuzione utili da parte della società partecipata - Conseguenti adempimenti tributari -

2003-10-21
abstract: Sequestro giudiziario di quote sociali - Deliberazione di distribuzione utili da ...

Segnalato da FrancoIonadi Euro


A

Agenzia delle Entrate
RISOLUZIONE N. 195 del 13.10.2003

QUESITO
La X s.r.l., nel formulare il quesito oggetto dell'istanza di interpello in esame, ha rappresentato quanto segue.
La X s.r.l. è partecipata per il 55% dalla Y S.p.A e per il restante 45% dalla società K.
A seguito di una controversia insorta in merito all'applicazione dei patti parasociali, la quota di capitale sociale della X detenuta dalla società K è stata sottoposta, su istanza della Y, a sequestro giudiziario a norma dell'art. 670 c.p.c. e per la sua amministrazione è stato nominato custode giudiziario il dott. ..........
La X, avendo deliberato la ripartizione tra i soci di parte degli utili, chiede di conoscere se, ai fini degli adempimenti tributari a carico del sostituto d'imposta, gli utili afferenti la quota di partecipazione oggetto di sequestro debbano essere "imputati" alla società K ovvero alla custodia giudiziaria.
Il custode giudiziario, unitamente alla X, propone istanza di interpello finalizzata a conoscere gli adempimenti tributari a suo carico.

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAGLI ISTANTI
Gli istanti ritengono che il sequestro giudiziario disposto ai sensi dell'art. 670 c.p.c., avendo una mera funzione di garanzia, non produce effetti costitutivi di tipo definitivo circa l'attribuzione del diritto controverso e non incide, quindi, sull'effettiva titolarità della quota sociale.
Da ciò consegue, a parere degli istanti, che il socio K, pur spogliato della materiale disponibilità degli utili che saranno distribuiti dalla X, rimane comunque titolare unico ed esclusivo della quota sociale sequestrata e del possesso del reddito che da essa si trae.
Gli interpellanti sottolineano, inoltre, che gli utili che saranno distribuiti in relazione alla quota sociale sequestrata non potrebbero essere, in ogni caso, imputati alla custodia giudiziaria, in quanto la stessa si limita ad una loro mera detenzione cautelare. Il custode giudiziario, infatti, si limiterebbe a preservare l'integrità dei beni soggetti al sequestro giudiziario civile, sotto la diretta sorveglianza del giudice competente.
Per quanto concerne l'orientamento interpretativo espresso con circolare n. 156/E del 7 agosto 2000, che ha fornito chiarimenti circa l'applicabilità in via analogica al sequestro penale di cui alla legge 31 maggio 1965, n. 575, cd. "sequestro anti-mafia", della normativa fiscale in materia di eredità giacente, gli istanti ritengono che lo stesso non sia estensibile alla fattispecie in esame, in quanto il sequestro penale "si inquadra in una procedura affatto particolare, disciplinata da norme ad hoc" assolutamente diverse da quelle del "tipico" sequestro giudiziario in campo civile.
Sulla base di tali premesse, la X ritiene di dover porre in essere gli adempimenti relativi alla sostituzione d'imposta nei confronti della società K.
Il custode giudiziario ritiene da parte sua di non essere tenuto ad alcun adempimento tributario relativamente sia agli utili distribuiti sia agli eventuali redditi derivanti dall'impiego degli stessi.

PARERE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE
Ai sensi dell'art. 11, comma 1, della legge 27 luglio 2000, n. 212, "ciascun contribuente può inoltrare ... circostanziate e specifiche istanze di interpello concernenti l'applicazione delle disposizioni tributarie a casi concreti e personali". La locuzione "ciascun contribuente" è contenuta anche nell'art. 1 del d.m. 26 aprile 2001, n. 209.
Nel caso in esame la X s.r.l. in qualità di sostituto d'imposta, ed il dott. ............., in qualità di custode giudiziario, hanno presentato un'istanza di interpello congiunta. Tale istanza, pur avendo come presupposto di fatto la medesima situazione (sequestro giudiziario di quote sociali e nomina di un custode giudiziario), ha ad oggetto due diverse problematiche, relative una al sostituto d'imposta e l'altra al custode giudiziario.
La X è, infatti, interessata a conoscere quali siano gli adempimenti a suo caric


Link: http://www.iusseek.com/tributario

2003-10-21 Segnalato da FrancoIonadi Euro









  Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza.< Riproduz. anche parziale riservata - @ IusOnDemand.com - condizioni d'uso della sezione - Elenco testi - condizioni generali - privacy policy - Cookie - Login -