Diritto Tributario

Dal 19.3.2000 la banca dati tributaria doc.

A cura dell'avv. Franco Ionadi e del dott. Spataro



Contenzioso tributario - Verso un superamento del divieto della prova testimoniale? - Sentenza Cassazione 25.3.2002 n. 4269 (Tributario)

2002-06-24
abstract: Contenzioso tributario - Verso un superamento del divieto della prova testimonia ...

Segnalato da FrancoIonadi Euro


"

"...nel processo tributario, come è ammessa la possibilità che le dichiarazioni rese da terzi agli organi del Fisco trovino ingresso a carico del contribuente con il valore probatorio "proprio degli elementi indiziari, i quali, mentre possono concorrere a formare il convincimento del giudice, non sono idonei a costituire, da soli, il fondamento della decisione" (Corte Costituzionale, sentenza n.18/00), parimenti va riconosciuto al contribuente anche lo stesso potere di introdurre dichiarazioni rese da terzi in sede extraprocessuale aventi, ovviamente, il medesimo valore probatorio..." (Da www.miaeconomia.it)


Di seguito la massima del CED della Cassazione:

Nel processo tributario, come e' ammessa la possibilita' che le dichiarazioni rese da terzi agli organi dell'Amministrazione finanziaria trovino ingresso, a carico del contribuente, - fermo il divieto di ammissione della "prova testimoniale" posto dall'art. 7 del d.lgs. 31
dicembre 1992, n. 546 - con il valore probatorio "proprio degli elementi indiziari, i quali, mentre possono concorrere a formare il convincimento del
giudice, non sono idonei a costituire, da soli, il fondamento della decisione" (Corte costituzionale, sent. n. 18 del 2000), va del pari necessariamente riconosciuto anche al contribuente lo stesso potere di introdurre dichiarazioni rese da terzi in sede extraprocessuale - beninteso,
con il medesimo valore probatorio -, dando cosi' concreta attuazione ai principi del giusto processo come riformulati nel nuovo testo dell'art. 111
della Costituzione, per garantire il principio della parita' delle armi processuali nonche' l'effettivita' del diritto di difesa (nella specie,
mentre si e' riconosciuto che correttamente la Commissione tributaria aveva preso in considerazione l'atto notorio contenente le dichiarazioni rese dal
genitore del contribuente, si e' ritenuto invece errato aver assegnato a tali dichiarazioni il valore di prova vera e propria, basando la decisione solo su di esse).


Link: http://www.miaeconomia.it/fisco_facile/rubrica/det

2002-06-24 Segnalato da FrancoIonadi Euro









  Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialit√† e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza.< Riproduz. anche parziale riservata - @ IusOnDemand.com - condizioni d'uso della sezione - Elenco testi - condizioni generali - privacy policy - Cookie - Login -