Diritto sportivo Dal 22.1.2004 La Banca Dati Normativa e Giurisprudenziale dell'avv. Alberto Foggia
Home Store Percorsi Giurisprudenza Normativa Prassi G.U. Demo Iscrizioni
Store · Indice   
Newsletter · Contatti   

Accesso


Password persa ?

oppure




Il nuovo codice di giustizia sportiva FIGC - luglio 2021 avv. Foggia





"Durante ogni allenamento, qualunque sia il tuo sport, ti senti distrutto perché in ogni allenamento devi andare oltre quello che sul momento ti sembra il tuo limite: tu cominci a correre, a scattare a calciare e dopo un po' ti sembra di aver esaurito ogni energia, mentre hai solo esaurito quello che io chiamo "primo fiato". A quel punto bisogna sforzarsi per superare la piccola crisi che sembra bloccarti, per arrivare al "secondo fiato": che ovviamente arriva solo dopo qualche minuto di sofferenza. Quando l'allenatore dà lo stop senti il cuore che batte vertiginosamente, sembra che debba scoppiarti nel petto: devi riuscire a ricondurlo al suo ritmo normale in meno di due minuti; se non ci riesci è meglio che apri una tabaccheria o tenti di diventare Presidente del Consiglio: vuol dire che hai sbagliato mestiere". - Johan Cruijff

      

Organizzazione interna dell'Ufficio per lo sport, il decreto

2010-03-17  NEW: Appunta - Stampa · modifica · cancella · pdf
      

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 31 dicembre 2009
GU n. 62 del 16-3-2010

I

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO con delega allo sport

 

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante «Disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri»;

 Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, recante «Ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri a norma dell'art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59»;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2002 e successive modificazioni, recante «Ordinamento delle strutture generali della Presidenza del Consiglio dei Ministri»;

Visto il il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 ottobre 2009 di istituzione di strutture generali nell'ambito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed in particolare l'art. 2, comma 1, lettera l), che sostituisce l'art. 23-bis del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2002, ed istituisce l'Ufficio per lo sport, struttura di supporto per l'esercizio delle funzioni in materia di sport; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni ed integrazioni, recante norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;

Visto il il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 13 giugno 2008 recante delega di funzioni in materia di sport al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, on. Rocco Crimi; Considerato che l'art. 23-bis del il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 23 luglio 2002, come modificato dal il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 ottobre 2009, enuncia le competenze in materia di sport e prevede che l'Ufficio per lo sport sia articolato in non piu' di due servizi;

Ritenuto di disciplinare l'organizzazione interna dell'Ufficio, ai sensi dell'art. 7, comma 3, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303;

Sentite le organizzazioni sindacali,

Decreta:

Art. 1 Ufficio per lo sport

1. L'Ufficio per lo sport e' la struttura di cui il Presidente del Consiglio dei Ministri o il Sottosegretario di Stato delegato si avvale per l'esercizio delle funzioni in materia di sport, attribuite dall'art. 1, comma 19, lettera a) del decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito nella legge 17 luglio 2006, n. 233. 2. L'Ufficio provvede agli adempimenti giuridico-amministrativi, allo studio e all'istruttoria degli atti concernenti l'assolvimento delle funzioni in materia di sport; propone, coordina ed attua le iniziative normative, amministrative e culturali relative allo sport; cura i rapporti internazionali con enti e istituzioni che hanno competenza in materia di sport, con particolare riguardo all'Unione europea, al Consiglio d'Europa, all'UNESCO ed all'Agenzia mondiale antidoping (WADA) e con gli organismi sportivi e con gli altri soggetti operanti nel settore dello sport; esercita le funzioni di competenza in materia di prevenzione del doping e della violenza nello sport; esercita compiti di vigilanza sul Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e, unitamente al Ministero per i beni e le attivita' culturali, in relazione alle rispettive competenze, di vigilanza e di indirizzo sull'Istituto per il credito sportivo.

     

Art. 2 Servizi

1. L'Ufficio per lo sport e' articolato in due Servizi, cui sono attribuite le seguenti competenze: a) Servizio affari giuridici e rapporti internazionali. Affari di carattere generale; supporto giuridico-amministrativo alle iniziative normative; studio e trattazione di questioni giuridiche di particolare rilevanza; trattazione del contenzioso nelle materie di competenza dell'Ufficio; istruttoria relativa all'attribuzione e liquidazione del vitalizio «Giulio Onesti»; adempimenti amministrativi concernenti il riconoscimento delle qualifiche professionali straniere per l'esercizio in Italia di professioni sportive; supporto giuridico-amministrativo nei rapporti internazionali con enti ed istituzioni in materia di sport; supporto giuridico-amministrativo alle iniziative di prevenzione del doping e della violenza nello sport; supporto all'attivita' di comunicazione dell'Ufficio anche tramite la gestione del sito web; b) Servizio contributi allo sport e vigilanza sugli enti. Svolgimento dell'iter amministrativo e contabile per l'erogazione dei contributi destinati all'impiantistica sportiva, ad eventi sportivi ed agli enti del settore; supporto alla gestione delle risorse finanziarie di competenza; istruttoria relativa agli adempimenti amministrativi per l'esercizio della vigilanza sul CONI, l'Istituto per il credito sportivo e gli enti sportivi controllati; tenuta e funzionalita' del protocollo informatico, dell'archivio e dei sistemi informatici; istruttoria inerente gli adempimenti fiscali relativi alla ripartizione del 5 per mille alle associazioni sportive dilettantistiche.

Art. 3     Capo dell'Ufficio      

1. Il Capo dell'Ufficio coordina l'attivita' dei dirigenti preposti ai Servizi, assicurando l'assolvimento dei compiti  istituzionali  ed il perseguimento degli obiettivi assegnati dall'Organo  di  indirizzo politico-amministrativo.

  2. Alle dirette dipendenze del Capo dell'Ufficio operano;

    la Segreteria tecnica, la quale espleta attivita' di supporto con ricerche normative, predisposizione di atti e documenti per  incontri e  riunioni  istituzionali,  predisposizione  di   provvedimenti   di carattere generale  di  natura  organizzativa  e  di  istituzione  di organismi  tecnici.  Svolge  l'istruttoria  per  la  concessione   di patrocini  del  Presidente  del  Consiglio   dei   Ministri   o   del Sottosegretario di Stato delegato e  l'istruttoria  per  le  risposte agli atti di sindacato  ispettivo  e  di  indirizzo  del  Parlamento, raccordandosi  con  l'Ufficio  competente  del  Dipartimento  per   i rapporti con il Parlamento per la calendarizzazione degli atti.  Cura la raccolta degli elementi e la predisposizione delle  relazioni  per la Corte dei conti;

  

  la Segreteria amministrativa, la quale  assicura  l'attivita'  di segreteria; le attivita' inerenti la  gestione  del  personale  e  la rilevazione automatica  delle  presenze;  le  attivita'  inerenti  la gestione delle risorse strumentali;  le  attivita'  di  gestione  dei capitoli  di   bilancio   inerenti   le   missioni,   le   spese   di rappresentanza, i compensi agli esperti e  la  predisposizione  degli atti amministrativi relativi; i rapporti con l'Ufficio del  controllo interno,  per  il  monitoraggio  degli  obiettivi   assegnati   dalla direttiva generale annuale e la predisposizione delle  relazioni;  il supporto alla valutazione dei dirigenti; la raccolta  ed  inserimento dati per la contabilita' analitica ed il controllo di gestione.

 

Il presente decreto e' trasmesso agli organi di controllo  per  gli adempimenti di competenza ed e' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale della Repubblica italiana.

    Roma, 31 dicembre 2009                                     

  Il Sottosegretario di Stato: Crimi    Registrato alla Corte dei conti il 27 gennaio 2010  Ministeri  istituzionali,  Presidenza  del  Consiglio  dei  Ministri, registro n. 1, foglio n. 230 

2010-03-17 - Fonte: Dir. Sportivo

Newsletter
Ricevi gli aggiornamenti su Organizzazione interna dell'Ufficio per lo sport, il decreto e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)

  











 Agenti di calciatori
 Anno Europeo dello sport
 Atleti professionisti
 Atleti dilettanti
 Arbitri

 Bosman
 Cartellino sportivo
 Coni
 Credito sportivo

 Diritti tv
 Doping
 Fallimento
 Federazioni
 Fisco

 Giochi e scommesse
 Giustizia sportiva
 Giurisdizione
 Impianti sportivi
 Lavoro sportivo

 Leghe
 Marchi e brevetti
 Previdenza e assistenza
 Quotazioni in borsa
 Resp. sportiva e ord.

 Soc. e Ass. professionistiche
 Soc. e Assoc. dilettantistiche
 Sponsorizzazioni
 Vincolo sportivo
 Violenza
 

Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze) non rivestono carattere di ufficialità e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza. Riproduz. anche parziale riservata - @ IusOnDemand.com - condizioni d'uso della sezione - condizioni generali - Elenco testi - privacy policy - Cookie - Login