Diritto sportivo Dal 22.1.2004 La Banca Dati Normativa e Giurisprudenziale dell'avv. Alberto Foggia
Home Store Percorsi Giurisprudenza Normativa Prassi G.U. Demo Iscrizioni
Store · Indice   
Newsletter · Contatti   

Accesso


Password persa ?

oppure




Ebook: sei contratti di sponsorizzazione sportiva avv. Foggia





“Non chiederti cosa i tuoi compagni di squadra possono fare per te. Chiediti cosa tu puoi fare per i tuoi compagni di squadra.” - Magic Jhonson

      

Il caso del calciatore Morgan De Sanctis

2008-11-15  NEW: Appunta - Stampa · modifica · cancella · pdf
      

Dal Dizionario Giuridico dello Sport dalla A alla Z di Mattia Grassani

Fattispecie legata all'iniziativa (prima e unica nel suo genere in ambito calcistico italiano) del calciatore Morgan De Sanctis il quale, pur vincolato alla società Udinese Calcio S.p.a. da un contratto di prestazione sportiva (rinnovato nella s.s. 2005/06 e con scadenza anno 2010), ha risolto (luglio 2007), unilateralmente, il vincolo giuridico in essere, invocando l'art. 17 del Regolamento F.I.F.A. per lo Status e il Trasferimento dei Calciatori.

Tal norma, infatti, permette ad un calciatore di svincolarsi prima della naturale scadenza del vincolo contrattuale assunto con il club di appartenenza, a condizione che:

- l'atleta abbia più di 28 anni e abbia onorato almeno due anni dell'ultimo accordo sottoscritto;

- l'atleta abbia meno di 28 anni e abbia onorato almeno tre anni dell'ultimo contratto sottoscritto.

La risoluzione unilaterale può essere esercitata dal calciatore mediante comunicazione da inviarsi al proprio club entro 15 giorni dalla disputa dell'ultima gara di campionato, anche se, in realtà, si può procedere anche oltre detto periodo, ma sempre entro l'inizio del campionato successivo.

In tal caso, il ritardo nella comunicazione, determinerà una sanzione disciplinare a carico del giocatore e un aumento dell'indennizzo in favore della società da cui l’atleta si svincola.

Il calciatore De Sanctis, in effetti, ha proceduto alla risoluzione unilaterale (sottoscrivendo successivamente un accordo con il club spagnolo del Siviglia -Sevilla F.C. S.A.D.-) proprio alla luce del verificarsi, in suo favore, della prima condizione, avendo egli più di 28 anni e avendo già onorato due anni di contratto dall'ultimo rinnovo intervenuto.

Tuttavia, atteso il mancato recepimento, da parte della F.I.G.C., della richiamata disciplina F.I.F.A., il medesimo ente federale italiano non ha potuto rilasciare (e non potrà farlo sino a che la norma in questione non venga recepita in seno all'ordinamento sportivo calcistico nazionale) alcun Certificato di Trasferimento Internazionale (c.d. TRANSFER) in favore del sodalizio andaluso che, di conseguenza, si è rivolto alla F.I.F.A. per ottenere l'emissione di un transfer provvisorio, atto a determinare il perfezionamento dell'operazione di trasferimento.

La fattispecie in esame, costituisce, nella storia del calcio, la seconda circostanza in cui un calciatore invoca l'applicazione dell'art. 17 del Regolamento F.I.F.A. per lo Status e il Trasferimento dei Calciatori.

Infatti, il primo atleta ad invocare la richiamata disciplina fu il difensore scozzese Andrew Webster (vedi) che nell'anno 2006 si rivolse, con successo, alla F.I.F.A. perché legittimasse il suo trasferimento dal club di vecchia appartenenza, Hearts of Midlothian F.C., a quello inglese del Wigan Atlethic F.C. (D.R.C. F.I.F.A., sent. del 04/09/2006).

2008-11-15

Newsletter
Ricevi gli aggiornamenti su Il caso del calciatore Morgan De Sanctis e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)

  











 Agenti di calciatori
 Anno Europeo dello sport
 Atleti professionisti
 Atleti dilettanti
 Arbitri

 Bosman
 Cartellino sportivo
 Coni
 Credito sportivo

 Diritti tv
 Doping
 Fallimento
 Federazioni
 Fisco

 Giochi e scommesse
 Giustizia sportiva
 Giurisdizione
 Impianti sportivi
 Lavoro sportivo

 Leghe
 Marchi e brevetti
 Previdenza e assistenza
 Quotazioni in borsa
 Resp. sportiva e ord.

 Soc. e Ass. professionistiche
 Soc. e Assoc. dilettantistiche
 Sponsorizzazioni
 Vincolo sportivo
 Violenza
 

Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze) non rivestono carattere di ufficialitĂ  e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza. Riproduz. anche parziale riservata - @ IusOnDemand.com - condizioni d'uso della sezione - condizioni generali - Elenco testi - privacy policy - Cookie - Login