Dal 2006 l'Osservatorio a cura dell'avv. Alberto Foggia

Info

Atti Soluzioni Formulari Protocolli Giurisprudenza Cassazione Normativa Prassi G.U. Codici
      Store · Indice
Newsletter · Contatti

Accesso


Password persa ?

oppure

La banca dati:

2745 documenti

Formulari
Le bozze da personalizzare

A prova di errore
I consigli per rimediare agli errori

I Vademecum
dalle fonti ufficiali

I Protocolli
dalle fonti ufficiali


   Esecuzioni 2020-03-16 ·  NEW:   Appunta · Stampa · modifica · cancella · pdf
  

Immobile pignorato e diritto del debitore di continuare ad abitarvi

Abstract: Fino al decreto di trasferimento che conclude il procedimento di esecuzione

 

La legge di conversione 28 febbraio 2020, n. 8, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica, ha – fra le altre – esteso la portata applicativa dell'art. 560 c.p.c. a tutti i procedimenti esecutivi pendenti.

In particolare, secondo l'art. 560, ultimo comma, c.p.c., come riformulato, “… quando l'immobile pignorato è abitato dal debitore e dai suoi familiari il giudice non può mai disporre il rilascio dell'immobile pignorato prima della pronuncia del decreto di trasferimento ai sensi dell'articolo 586 c.p.c.”.

L'importanza di tale legge di conversione in merito è rappresentata dal fatto che l'ordine di liberazione dell'immobile, oltrechè non poter più essere emesso dal Giudice delle Esecuzioni per i procedimenti iniziati dopo il 1° marzo 2020, ben potrà (e dovrà) essere revocato – su istanza dell'esecutato – anche per quelle procedure (anche datate) precedenti. E ciò a maggior ragione nell'attuale emergenza sanitaria nazionale causata dall’epidemia Coronavirus – Covid 19 che interessa oramai tutto il territorio italiano e per cui sono in atto provvedimenti del Governo tendenti a isolare e limitare gli spostamenti dei cittadini.

Tale impossibilità di ricorrere alla liberazione anzitempo trova l'unica eccezione ove, “ … sia ostacolato il diritto di visita di potenziali acquirenti, quando l'immobile non sia adeguatamente tutelato e mantenuto in uno stato di buona conservazione, per colpa o dolo del debitore e dei membri del suo nucleo familiare, quando il debitore viola gli altri obblighi che la legge pone a suo carico, o quando l'immobile non è abitato dal debitore e dal suo nucleo familiare” (cfr. art. 560, comma 6, c.p.c.).

Testo del 2020-03-16

Ricevi gli aggiornamenti su Immobile pignorato e diritto del debitore di continuare ad abitarvi e gli altri post del sito:

Email: (gratis Info privacy)



Altre su Esecuzioni:





Newsletter gratuita di Procedura Civile (info, cancellazione e privacy):
Info
  • A prova di errore
  • Ammissibilità
  • Arbitrati
  • Assistenza
  • Assunzione
  • Atti di parte
  • Avvisi
  • Cause
  • Compensi
  • Competenza
  • Comunicazioni
  • Contenuto
  • Contenzioso civile
  • Contributo unificato
  • Costituzione
  • Decadenza
  • Decreto Bersani
  • Deposito
  • Divieti
  • Domande
  • Esecuzioni
  • Forma
  • Formulari
  • Interventi
  • Iscrizioni
  • Istanze
  • Istituto Vendite Giudiziarie
  • Litisconsorzio
  • Mediazione
  • Modelli
  • Nomine
  • Notificazioni
  • Nullità
  • Opposizione
  • Ordinanze
  • PCT
  • Periodo feriale
  • Protocolli
  • Prove
  • Sequestro
  • Sospensioni
  • Spese
  • Termini
  • Titolo
  • Udienza
  • Verbali d'udienza
  • Volontaria giurisdizione

  • Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialita' e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza. Riproduz. anche parziale riservata - IusOnDemand srl - privacy policy - Cookie - Login