Dal 2006 l'Osservatorio a cura dell'avv. Alberto Foggia

Info

Atti Soluzioni Formulari Protocolli Giurisprudenza Cassazione Normativa Prassi G.U. Codici
      Store · Indice
Newsletter · Contatti

Accesso


Password persa ?

oppure

La banca dati:

2812 documenti

Formulari
Le bozze da personalizzare

A prova di errore
I consigli per rimediare agli errori

I Vademecum
dalle fonti ufficiali

I Protocolli
dalle fonti ufficiali


   procedura civile 2008-07-16 ·  NEW:   Appunta · Stampa · modifica · cancella · pdf
  

ALERT: stato della giurisprudenza sulla Formulazione del quesito di diritto ai sensi del nuovo art. 366 bis cod. proc. civ.

Abstract: Impugnazioni Civili - Cassazione (Ricorso per) - Motivi del ricorso - In genere – Photo courtesy of svilen001 - Fonte: Cassazione

La Cassazione sta abituando alla diffusione gratuita di documenti di valore inestimabile.

Ringraziamo l'avv. Francesco Ruffino del Foro di Savona che ce l'ha segnalato.

Tanta preoccupazione crea l'art. 366 cpc, ed ecco l'analisi della giurisprudenza in materia.

Relazione n. 89 Roma, 2 luglio 2008

Oggetto: IMPUGNAZIONI CIVILI – CASSAZIONE (RICORSO PER) – MOTIVI DEL RICORSO – IN GENERE –

Formulazione del quesito di diritto per i vizi di cui ai nn. 1, 2, 3 e 4 dell’art. 360 cod. proc. civ. e della chiara indicazione del fatto controverso per il vizio di motivazione previsto dal n. 5 del cit. art. 360 in relazione al nuovo disposto dell’art. 366 bis cod. proc. civ. – Stato della giurisprudenza – Aggiornamento.

Ecco il sommario:

1.- La risposta della giurisprudenza della S.C. nel primo impatto applicativo dell’art. 366 bis cod. proc. civ.
2.- Ambito di applicazione dell’art. 366 bis. :
2.1.- I casi in cui è stato ritenuto applicabile.
2.2.- I casi in cui non è stato considerato applicabile.
2.3.- Il quesito di diritto con riferimento al ricorso per l’accertamento pregiudiziale sull’efficacia, validità ed interpretazione dei contratti e accordi collettivi ai sensi dell’art. 420 bis cod. proc. civ..
3.- Le modalità espositive del quesito di diritto:
a) In generale.
b) Con riferimento all’aspetto della sua collocazione nel ricorso.
c) Sulla necessità del collegamento del quesito con la specifica fattispecie.
d) Sul rapporto di biunivocità tra motivo e quesito.
4.- Il rilievo officioso dell’inammissibilità conseguente alla violazione dell’art. 366 bis.
5.- L’art. 366 bis in relazione al motivo di cui all’art. 360 n. 5 sui vizi della motivazione.
6.- La tenuta costituzionale del nuovo art. 366 bis cod. proc. civ..


Link: http://www.cortedicassazione.it/Documenti/Rel89-20

Testo del 2008-07-16 - Fonte: Cassazione



Altre su procedura civile:





Newsletter gratuita di Procedura Civile (info, cancellazione e privacy):
Info
  • A prova di errore
  • Ammissibilità
  • Arbitrati
  • Assistenza
  • Assunzione
  • Atti di parte
  • Avvisi
  • Cause
  • Compensi
  • Competenza
  • Comunicazioni
  • Contenuto
  • Contenzioso civile
  • Contributo unificato
  • Costituzione
  • Decadenza
  • Decreto Bersani
  • Deposito
  • Divieti
  • Domande
  • Esecuzioni
  • Forma
  • Formulari
  • Interventi
  • Iscrizioni
  • Istanze
  • Istituto Vendite Giudiziarie
  • Litisconsorzio
  • Mediazione
  • Modelli
  • Nomine
  • Notificazioni
  • Nullità
  • Opposizione
  • Ordinanze
  • PCT
  • Periodo feriale
  • Protocolli
  • Prove
  • Sequestro
  • Sospensioni
  • Spese
  • Termini
  • Titolo
  • Udienza
  • Verbali d'udienza
  • Volontaria giurisdizione

  • Il testo dei provvedimenti (leggi, decreti, regolamenti, circolari, sentenze, ordinanze, decreti, le interpretazioni non rivestono carattere di ufficialita' e non sono in alcun modo sostitutivi della pubblicazione ufficiale cartacea. I testi proposti non sono formulari se non la' dove espressamente indicato. I puntini sostituiscono le parti del testo non visibili per verificarne in anticipo la lunghezza. Riproduz. anche parziale riservata - IusOnDemand srl - privacy policy - Cookie - Login