I provvedimenti spiegati alle aziende
con guide, checklist, modelli; AI assisted
Osservatorio a cura del dott. V. Spataro 



   agcm 2023-07-27 ·  NEW:   Appunta · Stampa · Cita: 'Doc 97836' · pdf
  

Antitrust: istruttoria su Italiaonline e il blocco della posta, anche per la mancata tempestiva informativa

abstract:


Interessanti i motivi. Evidente la sovrapposizione con il Garante: i temi gli stessi, ma le valutazioni di tutela del consumatore.

Da conoscere, probabile la sovrapposizione di interventi anche in futuro.

Nel comunicato l'avvio di procedimento istruttorio, elencando date e tempi di intervento di Italiaonline.


Link: https://agcm.it/dotcmsdoc/bollettini/2023/28-23.pd

analisi:

L'analisi è riservata agli iscritti. Segui la newsletter dell'Osservatorio oppure il Podcast iscrizione gratuita 30 giorni

........... ...... .. ..... .. ........ ....'............. ... ........

- ... .. ........ . ......

- ... .. ....... ...... .. .............

- ... ......... .. ..... ....

... ........... ..... ............., ...' ... ... ........ ....... .. ..'.

..... .............


index:

Indice

  • Gestione del disservizio sotto i profili
  • Primo
  • Secondo
  • Terzo

testo:

B

BOLLETTINO N. 28 DEL 24 LUGLIO 2023 49 PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE PS12600 – ITALIAONLINE - BLOCCO POSTA Avviso di avvio di procedimento istruttorio AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Informativa di avvio dell’istruttoria, in ragione del numero elevato di istanze di intervento pervenute, ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, pratiche commerciali scorrette, violazione dei diritti dei consumatori nei contratti, violazione del divieto di discriminazioni e clausole vessatorie (di seguito, Regolamento), adottato dall’Autorità con delibera del 1° aprile 2015, in relazione al procedimento PS12600 –

ITALIAONLINE – BLOCCO POSTA.

I. LA PARTE Italiaonline S.p.A., in qualità di professionista, ai sensi dell’articolo 18, comma 1, lettera b), del Codice del consumo (Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206 e successive modificazioni). La società, con sede in Italia, offre una pluralità di servizi digitali, inclusi servizi di messagistica tramite posta elettronica.

II. LA PRATICA COMMERCIALE

La società Italiaonline S.p.A. (di seguito anche “IOL” o “Professionista”), nell’esercizio della propria attività, avrebbe posto in essere comportamenti suscettibili di violare la normativa in materia di pratiche commerciali scorrette. A far data dalla tarda sera del 13 giugno 2023, i servizi di posta elettronica erogati da IOL e i servizi collegati divenivano inaccessibili per i suoi utenti a causa di un intervento di manutenzione evolutiva e tali rimanevano in maniera pressappoco ininterrotta fino al 17 giugno 2023, seppure la piena risoluzione del disservizio avveniva solo nella mattina del 19 giugno 2023. Le condotte assunte da IOL nella concreta gestione del disservizio sotto i profili dell’informazione e dell’assistenza data agli utenti sembrerebbero integrare una pratica commerciale scorretta in violazione dell’articolo 20 del Codice del consumo.

In primo luogo, la contrarietà alla diligenza professionale sembrerebbe emergere dalle modalità utilizzate da IOL per informare gli utenti del programmato intervento di manutenzione evolutiva intrapreso dal 13 giugno 2023 e dei disagi che ne sarebbero potuti derivare. Le modalità comunicative utilizzate da Professionista sembrerebbero, infatti, deficitarie sia sotto il profilo del preavviso, sia con riguardo alla visibilità, precisione e completezza delle informazioni fornite.

In secondo luogo, IOL sembrerebbe essere venuta meno alla propria diligenza professionale mancando di offrire un’assistenza proporzionata e sufficiente all’entità del disservizio e del numero di utenti coinvolti. Infatti, le modalità esecutive dell’assistenza prestata sembrano averne compromesso effettività ed efficacia.

In terzo luogo, sembrerebbe esservi anche il rischio della possibile perdita di parte della corrispondenza elettronica relativa al periodo di disservizio e comunque l’assenza di informazioni sufficienti e tempestive sulla sorte dei dati contenuti nelle caselle postali e alle medesime collegati.

III. AVVISO Mediante il presente avviso si informano i soggetti interessati che abbiano presentato istanza di intervento ai sensi dell’articolo 4 del Regolamento che, con comunicazione del 14 luglio 2023 (protocollo n. 60705), è stato avviato un procedimento istruttorio nei confronti del Professionista, volto ad accertare l’eventuale violazione dell’articolo 20 del Codice del consumo. Si informa, inoltre, che i soggetti interessati hanno facoltà di intervenire nel procedimento in corso, inoltrando apposito atto, debitamente sottoscritto, contenente gli elementi indicati nell’articolo 10 del Regolamento. Per qualsiasi comunicazione indirizzata all’Autorità, relativa al procedimento in questione, si prega di citare la Direzione Piattaforme Digitali e Comunicazioni del Dipartimento per la Tutela del Consumatore 1 e il riferimento PS12600.


Link: https://agcm.it/dotcmsdoc/bollettini/2023/28-23.pd

Testo del 2023-07-27




Commenta



i commenti sono anonimi e inviati via mail e cancellati dopo aver migliorato la voce alla quale si riferiscono: non sono archiviati; comunque non lasciare dati particolari. Si applica la privacy policy.







Nota: il dizionario è aggiornato frequentemente con correzioni e giurisprudenza