Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Quindi non possiamo salvare il mondo giocando secondo le regole. Perche' le regole devono essere cambiate." - Greta Thunberg, 15enne


Dialogica

Psicologi nel Tribunale di Vicenza per capire come agevolare le soluzioni

Una folle università ottiene di realizzare una idea geniale sulla base di una intuizione perfetta.

Ecco la mia riflessione e vi anticipo (immodestamente e parzialmente) cosa troveranno.

Sono tematiche che studio per il legal design e l'accessibilità.

03.11.2021 - pag. 95722 print in pdf print on web

L

Lungaggini e inutilità dei processi. Legge Pinto. Perche' tanto difficile finire una causa ?

Un team esterno al mondo giudiziario, legato all'università (vedi fonte) ci sta provando.

L'idea e' geniale:

Capire potenziali punti di accordo

"Il team è composto da operatori diplomati al Master di mediazione dell’ateneo, tutti specializzati in «dialogica», la scienza che analizza e studia – tra le altre cose - le diverse sfumature dell’uso del linguaggio. ...  gli aspetti della controversia sui quali i litiganti saranno più disponibili a trovare un compromesso»."

Scopriamo la dialogica. Qualcuno di voi saprà che in passato frequentavo i Tribunali prima di diventare imprenditore informatico - legale (soluzioni e check up privacy).

La mia esperienza del motivo delle cause e':

  • i clienti non controllano le richieste che l'avvocato fa a controparte;
  • i clienti e le controparti rifiutano di ascoltare;
  • i veri motivi del contrasto non entrano negli atti giudiziari;
  • i temi sollevati davanti ai giudici hanno poco a che vedere con la sostanza, perdendo il filo del discorso;
  • gli operatori hanno termini troppo lunghi per ogni step e i rinvii dovrebbero essere l'eccezione motivata;
  • mancano strumenti premiali per le parti che accelerano i processi;
  • i toni usati negli scritti giudiziari sono offensivi ed anche incomprensibili nella sostanza;
  • i temi centrali durante l'attività processuale sono alieni a qualsiasi coinvolgimento delle parti che rinunciano a capire: la lingua e il metodo degli operatori non e' quello di cittadini e imprese
  • mancano le risorse umane per far funzionare tutto
  • mancano standard operativi (non solo best practices) per velocizzare l'attività
  • mancano software per consultare adeguatamente la produzione documentale in modo efficace

A volte non puoi fare a meno di avviare un procedimento giudiziario. Questi sono i casi peggiori, perche' non sai mai cosa capirà controparte.

Un aspetto sottovalutato e' che gli avvocati possono solo parlarsi tra di loro, mentre le parti possono continuare a parlarsi direttamente per cercare una soluzione.

Questo aspetto e' sconosciuto e sottostimato dai piu'. Certo che occuparsi direttamente di una questione in parallelo al proprio avvocato richiede avere particolari nozioni e sintonia, per non scavalcarlo e non fare danni.

Ma il dialogo tra le parti risolve e previene. Mi e' capitato di aiutare decine di persone a risolvere le questioni con parole giuste, senza rinunciare alle proprie pretese.

Certo, bisogna avere l'esperienza di un avvocato anziano da assimiliare e la formazione legale. Quindi non e' per tutti. Ma questo manca: il dialogo tra le parti durante la fase processuale.

Andare da un giudice dovrebbe essere un tentativo di risolvere, non un estremizzare il contrasto in modo che le richieste non possano mai essere accolte da controparte.

C'e' chi sull'estremizzazione butta benzina e fa lauti guadagni.

Forse qualcuno sa di cosa parlo.

Poi ci sono quelli che sanno risolvere i problemi. E molti sanno di cosa parlo.

Sceglietevi bene i legali.

Anche il legaldesign e le nozioni di accessibilità che ho studiato in questi anni rilevano, pur essendo apparentemente tecniche estranee al mondo legale.

Come sapete parlo sempre degli altri e non di quello che ho realizzato nel legaldesign e nell'accessibilità documentale.

La scelta da' soluzioni e soddisfazioni concrete (dedicato a chi mi chiede che lavoro faccio ...).

Speriamo che ora l'università riesca a diffondere quello che nel mio piccolo studio da anni senza sapere che si chiamasse "dialogica".


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto