Segui via: Newsletter - Telegram

Cultura

  • Talk show online
  • Ascolta il podcast
  • IusOnDemand
  • Diritto di Internet
  • Diritto Sportivo
  • Procedura civile
  • PrivacyKit
  • Developers

  • App iOS e Android
  • Controllo siti
  • Sviluppo Siti
  • Ex voto
  •  
    "No' si volta chi a stella e' fisso. " - Leonardo da Vinci


    Minori

    Bibbiano: il Garante dell'infanzia detta nuove regole. Arriva il curatore e l'avvocato del minorenne

    Affidi, le raccomandazioni dell’Autorità garante per la riforma del sistema di tutela
    31.07.2019 - pag. 94657 print in pdf print on web

    A

    Affidi, le raccomandazioni dell’Autorità garante per la riforma del sistema di tutela

    Dal Comunicato:

    L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza ha inviato una nota in tema di diritti dei minorenni fuori
    famiglia a Parlamento, Governo, Regioni, Comuni, magistratura, avvocati, assistenti sociali, psicologi e
    giornalisti. L’intero sistema di tutela è stato esaminato nel dettaglio. Messe a fuoco criticità e potenzialità
    sulle quali i destinatari delle raccomandazioni sono stati chiamati a intervenire senza ritardo.

    ...

    La nota contiene, in particolare, una serie di indicazioni in materia di riforma del procedimento in materia di
    responsabilità genitoriale, che viene dettagliato in tutti i passaggi procedurali secondo i principi del giusto
    processo. Tra di essi la necessità di disciplinare la fase di indagine del pm, quella di assicurare il
    contraddittorio tra le parti, l’introduzione del curatore e dell’avvocato del minorenne, la convalida degli
    allontanamenti d’urgenza, l’impugnabilità dei provvedimenti anche se provvisori, termini certi e celeri, la
    trasparenza nell’individuazione della famiglia affidataria o della struttura di accoglienza.

    Il Garante propone di intervenire tramite due fasi distinte: 1) subito, con un modo diverso di gestire le attuali procedure e 2) e piu' avanti con nuove regole che possano essere codificate.

    In particolare:

    • Va disciplinata la^ fase di indagini del pubblico ministero minorile rafforzando la sua funzione di filtro per evitare che arrivino in tribunale procedimenti che si rivelino poi ingiustificati.
    • Va garantito il^ diritto all’informazione delle parti.
    • Va garantito^ il diritto alla difesa tecnica dei genitori, anche con la nomina obbligatoria di un difensore d’ufficio in caso in cui manchi quello di fiducia.
    • ^ Va garantita la nomina di un curatore speciale e di un avvocato del minorenne.
    • ^ Vanno stabilite, attraverso la previsione di termini perentori, tempistiche certe e adeguate nel contemperamento tra l’esigenza di rapidità e l’esigenza di assicurare un’istruttoria adeguata.
    • Nei casi di ^ provvedimenti di allontanamento adottati d’urgenza vanno previsti tempi celeri per assicurare il contraddittorio differito e va riformato l’articolo 403 introducendo una procedura di convalida del provvedimento.
    • Va specificato il ^ ruolo processuale del servizio sociale territoriale nell’ambito del procedimento.
    • Va regolamentata la^ fase istruttoria in modo da garantire il rispetto del principio del contraddittorio.
    • Va assicurato che la ^ decisione sia adeguatamente motivata e circostanziata e indichi chiaramente chi deve eseguirla e le modalità e i tempi di attuazione. Va assicurata l’impugnabilità dei provvedimenti, anche se temporanei e la decisione sull’impugnativa in tempi certi e brevi.
    • Va definita la fase ^ esecutiva dei provvedimenti, delineando soggetti e competenze.
    • Va assicurata la ^ trasparenza nell’individuazione degli affidatari o della struttura residenziale di accoglienza, stabilendo criteri di selezione e di scelta.
    • Vanno^ definiti i criteri e gli obiettivi dei controlli e delle ispezioni da parte delle procure.
    • Va disciplinato il^ regime delle incompatibilità dei giudici onorari e dei loro stretti congiunti rispetto a incarichi che potrebbero pregiudicarne i profili di necessaria imparzialità e indipendenza.
    • Vanno^ differenziati i soggetti a cui sono demandati compiti valutativi, esecutivi e di controllo dei provvedimenti da quelli chiamati a prendere in carico minorenni e famiglie.

    30-Luglio-2019


    Condividi su Facebook

    Download Pdf

    Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

    Tags:






    Store:

        








    innovare l'informatica e il diritto