Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Tutte le reazioni sono venute con questo linguaggio: che e' necessaria la vera liberta', che bisogna ricostituir l'ordine morale, che bisogna difendere la monarchia dalle minoranze." - De Sanctis, discorso alla Camera del 1878


A chi dare il proprio pc e il telefono in caso di emergenza ?

Antonio: "E' proprio come me lo aspettavo. Molto chiaro e con molti spunti interessanti su come tutelarsi."

adv IusOnDemand

Pagamenti

Possibile vietare la maggiorazione dei prezzi a seconda del tipo di pagamento

Cosi' conclude l'avvocato generale della Corte di Giustizia EU, il cui parere e' naturalmente non vincolante. Caso da seguire.
28.10.2013 - pag. 88448 print in pdf print on web

C

Conclusioni dell’avvocato generale nella causa C - 616/11 T - Mobile Austria GmbH / Verein für Konsumenteninformation

Secondo l’avvoc ato generale Melchior Wathelet, gli Stati membri possono vietare, in via generale e senza distinguere tra i diversi strumenti di pagamento, l'addebito di spese amministrative da parte del beneficiario del pagamento.

Tale divieto puo' essere applicato anche alle societa' di telefonia mobile.

Secondo la direttiva sui servizi di pagamento gli Stati membri possono vietare o limitare la pratica della maggiorazione, mediante la quale le imprese beneficiarie di pagamenti addebitano spese ai loro clienti nel moment o in cui pagano e per l’utilizzo di un determinato strumento di pagamento.

Tale pratica mira a far gravare sul cliente - pagatore il costo dell’utilizzo delle carte di credito o delle carte di debito .

In Austria l’imposizione di spese amministrative da parte dei beneficiari e' vietata, in via generale e senza distinguere tra i diversi strumenti di pagamento.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Illumino spesso gli altri ma io rimango sempre al buio." - Alda Merini




innovare l'informatica e il diritto