Segui via: Newsletter - Telegram
 

"La normalità è una illusione" - Alda Merini



Chi siamo    

Europee: le competenze e relazioni tra istituzioni europee

Avrei voluto sviluppare delle slide e condividerle sui social, ma le analitiche sono impietose: non vale la pena. Non interessa.

Condivido qui con voi una ricerca che secondo me e' utile come lo e' stata per me: ripassare le competenze di ogni istituzione europee, ripassando i legami e le candidature.

E' una sintesi che puo' essere rielaborato in mille modi. Se usate i contenuti, saro' lieto di condividerli con voi. Licenca cc nc (modifcabile) attribution by chivoto.it

Parti del testo (segnalate) realizzate usando AI.

02.04.2024 - pag. 98409 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

    L

    Le istituzioni europee

    Parlamento

    • composto da 705 eurodeputati eletti ogni 5 anni e divisi in 7 gruppi politici
    • approva le proposte di legge della Commissione e il bilancio UE
    • promuovere i diritti fondamentli
    • supervisiona le istituzioni e rappresenta i cittadini
    • Può costringere il presidente della Commissione alle dimissioni con un voto di censura
    • unicamerale. Decidono tutti in plenaria, oppure ristretto in comitati

    Commissione

    • propone le leggi a Parlamento e Consiglio
    • controlla il rispetto delle leggi
    • assegna i finanziamenti
    • presidente dura 5 anni e scelto tra chi vince; nominato dal Consiglio Europeo poi approvato dal Parlamento e
    • dopo nomina i commissarri europei che devono essere approvati dal Parlamento e Commissione
    • vicepresidenti nominati dal presidente
    • i membri (commissari) sono scelti a rotazione paritaria tra gli Stati membri, la proposta viene votata dal Parlamento
    • è divisa in direzioni generali che non coincidono necessariamente con le vicepresidenze
    • il presidente è nominato dal Parlamento
    • Presidente (dal 2019, Ursula von der Leyen);

    Consiglio

    • composto dai capi di stato, non sono nominati
    • propone il presidente della Commissione
    • il presidente è eletto dai membri e dura due anni e mezzo rinnovabile una sola volta.
    • indirizza le politiche generali
    • composto da 10 formazioni (consigli)

    Il bilancio europeo e'

    proposta da:

    • Commissione

    deciso congiuntamente tra:

    • Parlamento
    • Consiglio

    Leggi

    • iniziativa è della Commissione, anche su proposta del Parlamento del Consiglio
    • approvazione: il testo va approvato tra Parlamento e Commissione, uguale
    • regolamento: si applica senza riapprovazione, pur consentendo adattamenti
    • direttiva: si applica previa riapprovazione nazione per nazione

    Esempi

    • L'antitrust è una direzione generale all'interno della Commmissione
    • Mediatore europeo,
      • è un'istituzione autonoma dell'Unione europea (UE) incaricata di indagare sulle denunce relative a casi di cattiva amministrazione nell'azione delle istituzioni e degli organi dell'UE.
      • è nominato ed eletto dal Parlamento europeo, che sceglie il candidato dopo aver consultato la Commissione per le petizioni del Parlamento europeo.
    • le commissioni parlamentari coincidono ai direttorati della Commissione
    • Eurogruppo è l'insiem deid ministri delle finanze anche se non è una istituzione europea.

    Corti

    La Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), che è responsabile di garantire l'applicazione uniforme e l'interpretazione corretta del diritto dell'UE.

    possono adire la Corte di giustizia dell'Unione europea includono:

    • Gli Stati membri dell'UE
    • Le istituzioni dell'UE
    • Le imprese, gli individui o altre entità che ritengono di essere stati danneggiati dalle violazioni del diritto dell'UE o dalle decisioni delle istituzioni dell'UE

    The AI - Le domande

    I cittadini europei pongono una vasta gamma di domande sull'Europa, riflettendo interessi, preoccupazioni e curiosità su vari aspetti dell'Unione Europea (UE) e della vita all'interno dell'Europa in generale. Alcune domande comuni potrebbero includere:

    1. Economia e Lavoro:
      • Quali sono le prospettive economiche dell'Europa?
      • Quali opportunità di lavoro ci sono all'interno dell'UE?
      • Come l'UE affronta la disoccupazione e la povertà?
    2. Politica e Governo:
      • Come funziona l'Unione Europea?
      • Qual è il ruolo del Parlamento Europeo e della Commissione Europea?
      • Quali sono le politiche dell'UE riguardanti l'immigrazione e la sicurezza?
    3. Ambiente e Sostenibilità:
      • Quali misure l'UE sta adottando per affrontare i cambiamenti climatici?
      • Come l'UE gestisce la tutela dell'ambiente e la conservazione delle risorse naturali?
      • Quali sono le politiche europee riguardanti l'energia pulita e le energie rinnovabili?
    4. Diritti e Uguaglianza:
      • Quali sono i diritti fondamentali garantiti ai cittadini europei?
      • Come l'UE promuove l'uguaglianza di genere e la diversità?
      • Quali sono le politiche dell'UE riguardanti i diritti LGBTQ+?
    5. Educazione e Cultura:
      • Come funziona il sistema educativo europeo?
      • Quali programmi europei sostengono lo scambio culturale e l'istruzione?
      • Quali sono le iniziative dell'UE per preservare e promuovere la diversità culturale europea?
    6. Salute e Benessere:
      • Quali sono le politiche europee riguardanti la salute pubblica?
      • Come l'UE affronta le sfide legate alla salute mentale e al benessere?
      • Quali misure vengono adottate per garantire la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti?
    7. Mobilità e Trasporti:
      • Quali sono le iniziative europee per migliorare i trasporti pubblici e ridurre l'inquinamento atmosferico?
      • Come funzionano i programmi europei di mobilità come Erasmus+?
      • Quali sono le politiche dell'UE riguardanti la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile?

    Queste sono solo alcune delle domande comuni che i cittadini europei potrebbero avere sull'Europa. Le questioni possono variare notevolmente da persona a persona e da regione a regione, riflettendo la diversità e complessità dell'Unione Europea e dei suoi Stati membri.

    The AI - Le istituzioni

    Certamente, ecco una panoramica delle istituzioni europee coinvolte in alcune delle domande comuni poste dai cittadini europei, insieme a informazioni su come affrontano tali questioni e link alle fonti pertinenti:

    1. Economia e Lavoro:
    2. Politica e Governo:
    3. Ambiente e Sostenibilità:
    4. Diritti e Uguaglianza:
    5. Educazione e Cultura:
    6. Salute e Benessere:
    7. Mobilità e Trasporti:

    Questi sono solo alcuni esempi e le fonti fornite sono solo indicazioni generali. Per informazioni più dettagliate su questioni specifiche, è consigliabile consultare direttamente i siti web delle istituzioni europee e le rispettive pagine dedicate ai temi di interesse.

    The AI - Quello che piace agli europei

    Gli europei potrebbero apprezzare diversi compiti delle istituzioni europee in base alle loro priorità, interessi e percezioni. Di seguito sono elencati alcuni dei compiti delle principali istituzioni europee che spesso ricevono apprezzamento dai cittadini:

    1. Parlamento Europeo:
      • Rappresentanza democratica: Gli europei possono apprezzare il ruolo del Parlamento Europeo nel rappresentare i cittadini dell'Unione Europea e nell'essere un organo eletto direttamente dai cittadini.
      • Vigilanza legislativa: Il Parlamento Europeo partecipa al processo legislativo dell'UE, garantendo che le leggi europee siano democratiche e rispecchino gli interessi dei cittadini.
    2. Commissione Europea:
      • Proposta e attuazione delle politiche: La Commissione Europea sviluppa e propone politiche per affrontare le sfide europee, gestendo anche l'attuazione delle politiche dell'UE.
      • Protezione dei consumatori: Attraverso il lavoro della Direzione Generale della Commissione per la Salute e la Sicurezza Alimentare e altre agenzie, la Commissione lavora per garantire standard elevati di sicurezza e qualità dei prodotti.
    3. Consiglio dell'Unione Europea:
      • Rappresentanza degli Stati membri: Il Consiglio dell'UE rappresenta gli interessi degli Stati membri e partecipa alla definizione delle politiche dell'Unione Europea.
      • Decisioni sulle questioni cruciali: Il Consiglio dell'UE, insieme al Parlamento Europeo, adotta leggi e politiche che influenzano direttamente la vita dei cittadini europei.
    4. Mediatore Europeo:
      • Risoluzione delle controversie: Il Mediatore Europeo investiga le lamentele dei cittadini riguardanti la cattiva amministrazione delle istituzioni e degli organi dell'UE, cercando soluzioni equilibrate e trasparenti.
      • Rafforzamento della fiducia nell'UE: La figura del Mediatore Europeo può aiutare a rafforzare la fiducia dei cittadini nell'UE, dimostrando un impegno per la trasparenza e la responsabilità delle istituzioni europee.
    5. Autorità Antitrust dell'Unione Europea:
      • Tutela della concorrenza: L'Antitrust dell'UE si impegna a garantire che le imprese operino in un ambiente di concorrenza equa, proteggendo i consumatori dai comportamenti anticoncorrenziali e monopolistici.
      • Promozione dell'innovazione e del benessere economico: Un'autorità antitrust vigorosa può favorire l'innovazione, stimolare la competitività e proteggere i consumatori da prezzi e pratiche sleali.
    6. Corte di Giustizia dell'Unione Europea:
      • Garanzia del rispetto del diritto dell'UE: La Corte di Giustizia dell'UE assicura che il diritto dell'UE sia interpretato e applicato in modo uniforme in tutti gli Stati membri.
      • Protezione dei diritti fondamentali: La Corte di Giustizia gioca un ruolo chiave nel garantire il rispetto dei diritti fondamentali nell'ambito dell'Unione Europea.

    Questi sono solo alcuni esempi dei compiti delle istituzioni europee che potrebbero essere apprezzati dai cittadini europei. La percezione varia da persona a persona e può essere influenzata da una serie di fattori, tra cui esperienze personali, conoscenza delle istituzioni e contesto politico.

    The AI - Quello che NON piace agli europei

    Le opinioni negative sull'Europa possono derivare da una serie di fattori, tra cui:

    1. Mancanza di trasparenza e accountability: Alcuni europei potrebbero percepire le istituzioni dell'UE come distanti e poco trasparenti, con un'efficacia limitata nel rendere conto dei propri atti ai cittadini.
    2. Burocrazia eccessiva: Le procedure complesse e la burocrazia dell'UE possono essere percepite come ostacoli alla rapidità e all'efficienza nell'attuazione delle politiche.
    3. Percezione di perdita di sovranità nazionale: Alcuni cittadini potrebbero preoccuparsi che l'integrazione europea comporti una perdita di controllo da parte dei singoli Stati membri su questioni cruciali come la politica economica, l'immigrazione e la sicurezza.
    4. Disuguaglianze economiche e sociali: Nonostante gli sforzi dell'UE per ridurre le disuguaglianze, alcuni cittadini potrebbero percepire che l'integrazione economica abbia aumentato le disparità tra regioni e gruppi sociali.
    5. Crisi finanziarie e instabilità economica: Le crisi finanziarie passate hanno messo in evidenza le debolezze del progetto europeo, generando sfiducia nei confronti delle istituzioni e dei meccanismi di gestione delle crisi dell'UE.
    6. Immigrazione e sicurezza: Le preoccupazioni riguardanti l'immigrazione di massa e la sicurezza possono alimentare sentimenti anti-UE in alcuni settori della popolazione, soprattutto in periodi di crisi migratoria o di attacchi terroristici.
    7. Percezione di inefficienza e sprechi: Alcuni cittadini potrebbero essere insoddisfatti della gestione dei fondi dell'UE e percepire che vi sia una cattiva gestione delle risorse finanziarie.
    8. Mancanza di coesione e identità comune: La diversità culturale e linguistica dell'UE può rendere difficile per alcuni cittadini identificarsi con un'identità europea comune, portando a sentimenti di estraneità e disconnessione dalle istituzioni europee.
    9. Rappresentanza democratica: Alcuni potrebbero ritenere che le istituzioni dell'UE siano distanti dai cittadini e che la partecipazione democratica sia limitata, contribuendo a una percezione di deficit democratico nell'Unione Europea.

    È importante sottolineare che le opinioni negative sull'UE possono variare notevolmente da paese a paese e dipendere da una serie di fattori socioeconomici, culturali e politici. Inoltre, le critiche possono essere indirizzate sia alle istituzioni dell'UE che alle politiche specifiche adottate dall'Unione.

    A chi possono chiedere i cittadini ?

    Ci sono diversi canali attraverso i quali i cittadini europei possono esprimere le loro critiche o le loro preoccupazioni riguardo all'Unione Europea e alle sue istituzioni. Le principali autorità e canali di segnalazione includono:

    1. Mediatore Europeo: Il Mediatore Europeo è responsabile di indagare sulle lamentele relative alla cattiva amministrazione delle istituzioni e degli organi dell'UE. I cittadini europei possono presentare una denuncia al Mediatore Europeo se ritengono di essere stati trattati in modo ingiusto o se hanno dubbi sulla trasparenza delle azioni di un'istituzione dell'UE.
    2. Petizioni al Parlamento Europeo: I cittadini europei hanno il diritto di presentare petizioni al Parlamento Europeo su questioni che rientrano nell'ambito delle attività dell'UE e che li riguardano direttamente. Le petizioni possono essere presentate online e devono riguardare una violazione dei diritti garantiti dal diritto dell'UE o una cattiva amministrazione da parte delle istituzioni dell'UE.
    3. Contatto diretto con le istituzioni dell'UE: I cittadini europei possono contattare direttamente le istituzioni dell'UE, come la Commissione Europea, il Parlamento Europeo o il Consiglio dell'Unione Europea, per esprimere le proprie opinioni, fornire feedback o sollevare questioni di interesse pubblico.
    4. Rappresentanti eletti a livello nazionale e al Parlamento Europeo: I cittadini europei possono anche contattare i loro rappresentanti eletti a livello nazionale e al Parlamento Europeo per esprimere le loro opinioni e le loro preoccupazioni riguardo all'UE e alle politiche europee. Questi rappresentanti possono quindi trasmettere le preoccupazioni dei cittadini nei forum appropriati dell'UE.
    5. Organizzazioni della società civile: Gli individui possono unirsi a organizzazioni della società civile o a gruppi di interesse che si occupano di questioni specifiche e che possono agire come voci collettive per esprimere critiche o preoccupazioni riguardo all'UE. Queste organizzazioni spesso hanno canali per presentare proposte o critiche alle istituzioni dell'UE.

    In definitiva, ci sono diverse opzioni disponibili per i cittadini europei che desiderano esprimere critiche o preoccupazioni riguardo all'Unione Europea o alle sue politiche. Le autorità e i canali di segnalazione menzionati sopra offrono modi formali e istituzionalizzati per far sentire la propria voce e contribuire al dibattito pubblico sull'UE.


    Condividi su Facebook

    02.04.2024 Valentino Spataro

    Spataro Link: http://www.chivoto.it

    Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

        






    "La normalità è una illusione" - Alda Merini








    innovare l'informatica e il diritto


    per la pace