Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Spendere spiccioli oggi per risparmiare miliardi domani" - Nassim Taleb, risk analyst


Formazione

La nuova formazione degli avvocati

Leggo raramente il Dubbio, questa volta l'ho fatto

22.07.2022 - pag. 95958 print in pdf print on web

L

Leggo raramente il Dubbio, questa volta l'ho fatto.

Mi chiedo, da mesi, quando gli avvocati si renderanno conto di aver perso il ruolo di interpreti da quando la magistratura puo' fare studiare i magistrati sui risultati dell'intelligenza artificiale, costruita a loro uso e consumo formativo.

Troveremo un giudice che si discosta dal principio enunciato dall'intelligenza artificiale, per preferire quello di un avvocato di parte che non sa nulla di quello che l'intelligenza artificiale afferma, ne' perche' ?

O piuttosto ci sara' la gara all'amico per sapere quale e' il principio artificiale oltre a quello della Cassazione ?

Sta di fatto che ho letto l'articolo su Il Dubbio. Non si parla di informatica, di formazione diffusa, di serious games, di metodi gnoseologico, ne' di formazione digitale.

Anzi: ho trovato con rassicurazione quello che si diceva gia' 30 anni fa, con la stessa urgenza, con gli stessi argomenti.

Una sola cambia: giurisprudenza non e' piu' il deposito di chi non sa cosa fare.

Ah. Bene. Per chi ?

Io, immodestamente, vorrei solo provocare una verifica: avete controllato come viene interpretato il GDPR e le altre fonti alla luce dei metodi consentiti dal diritto ? Il senso proprio delle parole, mantenere il senso delle parole, ... ?

Si potrebbe persino scoprire che ogni metodo e' saltato. Non solo le conoscenze, ma anche il metodo.

Ma quello interessava a Cartesio. Lasciamolo in pace. Buona lettura di Cartesio

Appena l'età mi permise di uscire dalla tutela dei miei precettori, abbandonai interamente lo studio, e risolsi di non cercare altra scienza fuori di quella che potevo trovare in me stesso e nel gran libro del mondo.[4]»"

Non era un giurista. Ma gli avvocati e i giuristi che seguono un metodo li capisci subito: sanno di cosa parlano.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto