Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Si lavora e si fatica, per la gioia e per la ...." - Jovanotti


Cultura

La Legge e i Galati

Noi cristiani non siamo gente che va indietro, che torna indietro. Una bella definizione. E la tentazione è questa di andare indietro per essere più sicuri; tornare soltanto alla Legge, trascurando la vita nuova dello Spirito

10.11.2021 - pag. 95730 print in pdf print on web

C

Cristo e la Legge. Un rapporto purtroppo non abbastanza esplorato.

Cristo evoca i dieci comandamenti, ma li semplifica in uno. Legal Design: togliere il di piu' per arrivare alla sostanza. Nessuno puo' dubitare che il non amare l'altro rientra nel non uccidere, anche se non lo dice espressamente.

Ma a chi evoca il rigore della Legge Cristo risponde scrivendo nella sabbia i peccati di chi vuole lapidare l'adultera. E lui non la condanna perche' nessuno la condanna. "Va' e non peccare piu'". Anzi, a chi vuole applicare la legge della lapidazione lui risponde: "chi e' senza peccato scagli la prima pietra".

Un giurista qualunque capirebbe che c'e' un trucco. Qualcosa non va.

  • Cristo e' la Legge oppure contesta la Legge ?
  • Perche' e' vietato aiutare il sabato, ma lui fa miracoli ?
  • Perche' Mosè ha cambiato il divorzio se prima era diverso ?

Papa Francesco lo spiega commentando i Galati.

"noi cristiani non siamo gente che va indietro, che torna indietro. Una bella definizione. E^ la tentazione è questa di andare indietro per essere più sicuri; tornare soltanto alla Legge, trascurando la vita nuova dello Spirito"

Quando si ha paura, si cerca sicurezza. Si torna indietro per trovare sicurezza.^ Si applica la legge ma non lo spirito della legge, e cosi' facendo si impedisce di andare avanti.

In questi tempi stanno cambiando troppe leggi troppo rapidamente senza poterle conoscere, discutere, comprendere. L'Europa ci vieta di pagare il canone Rai in bolletta. Pensate che ragionamento ci deve essere dietro perche' l'Europa discuta la bonta' del PNRR se il canone Rai resta in bolletta.

Non e' il momento di far valere la forza o di cavalcare l'innovazione senza coinvolgere.

Si va avanti insieme, altrimenti qualcuno resterà indietro. Qualcuno che si vergogna di non potere pagare la bolletta, di chiedere aiuto alla Caritas, di andare alla mensa dei poveri, di morire cercando di immigrare.

Siamo tutti diversi. Tutti siamo risorse. Speriamo che le nuove leggi non vogliano promuovere solo i piu' belli, i piu' biondi, i migliori, i piu' rispettosi.

Ama il prossimo tuo e' il comandamento per andare avanti. Senza paura.

Ne saremo capaci ?

Capacità non è una qualità del remissivo. E' del pacifico, libero di costruire in pace.

Quindi saranno osteggiati. Chiunque e' pacifico e' libero. E i liberi fanno male a chi vuole esercitare il potere.

Dovremo essere capaci e pacifici, pur sapendo che non ci aiutera' nessuno. Eccetto chi crede nella pace costruttiva.


Condividi su Facebook

10.11.2021 Valentino Spataro

Valentino Spataro Link: https://youtu.be/jJuPiaP1edI?t=609

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto