Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Per gestire bene un comune, è necessario avere costantemente nuove idee ed essere in grado di realizzarle." - Osvaldo Naudin


Governo

Draghi per i cittadini, davanti al Parlamento

Un discorso talmente chiaro che potrebbe sembrare ovvio, ma e' quello che non e' stato fatto fino ad oggi.

Prima i problemi dei cittadini, davanti agli strumenti esistenti, il Parlamento.

4 problemi concreti: e la politica furbescamente non li ha nemmeno citati.

La risposta di troppe forze politiche e' stata fuori tono: stonata.

I problemi sono già individuati. Le cure pure: aiuti europei e rilancio dell'economia.

C'e' persino una prospettiva: lo si fa per ridare futuro ai nostri giovani.

Non si puo' desiderare di meno, ne' di piu'. Almeno per ora. Un realismo che, ripeto, non e' stato capito nemmeno dalla stampa.

Un Governo che mette al centro i giovani, i nostri figli, per restituire loro il futuro che la mia generazione gli ha tolto.

Spataro

Un altro aspetto banale. Draghi, allontanandosi, si rimette la mascherina accorgendosi di aver dimenticato un obbligo e che e' di esempio per tutti, ora. Questa pulizia e' quella che ci e' mancata per troppo tempo.

04.02.2021 - pag. 95406 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

Dichiarazione del Professor Mario Draghi al termine del colloquio con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

 Palazzo del Quirinale, 03/02/2021

Ringrazio il Presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha voluto accordare, conferendomi l’incarico per la formazione del nuovo governo.

È un momento difficile. Il Presidente ha ricordato la drammatica crisi sanitaria, con i suoi gravi effetti sulla vita delle persone, sull’economia, sulla società.

La consapevolezza dell’emergenza richiede risposte all’altezza della situazione. Ed è con questa speranza e con questo impegno che rispondo positivamente all’appello del Presidente della Repubblica.

Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani dei cittadini, ^ rilanciare il Paese, sono le sfide che ci confrontano.

Abbiamo a disposizione le risorse straordinarie dell’Unione Europea, abbiamo l’opportunità di fare molto per il nostro Paese, con uno sguardo attento al futuro delle giovani generazioni e al rafforzamento della ^ coesione sociale.

Con grande rispetto mi ^ rivolgerò innanzitutto al Parlamento, espressione della volontà popolare. Sono fiducioso che dal confronto con i partiti e i gruppi parlamentari e dal dialogo con le forze sociali emerga unità e, con essa, la capacità di dare una risposta responsabile e positiva all’appello del Presidente della Repubblica.

Scioglierò la riserva al termine delle consultazioni.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto