Segui via: Newsletter - Telegram

Cultura

  • Talk show online
  • Ascolta il podcast
  • IusOnDemand
  • Diritto di Internet
  • Diritto Sportivo
  • Procedura civile
  • PrivacyKit
  • Developers

  • App iOS e Android
  • Controllo siti
  • Sviluppo Siti
  • Ex voto
  •  
    "Nessuno si salva da solo" - Bill Gates e altri sul Covid-19


    Evento

    Truffe on line ed evoluzione delle tecniche di Social Engineering

    E.raDigitale – Il Consumatore incontra il Web
    ADUSBEF FIRENZE - WEBINAR
    22 OTTOBRE 2020
    ore 17.00 : 19.00

    21.10.2020 - pag. 95239 print in pdf print on web

    &

    “Truffe on line ed evoluzione delle tecniche di Social Engineering”

    Ordine degli Avvocati di Firenze: accredito in cors

    ISCRIZIONE: inviare richiesta alla mail:
    info@adusbeftoscana.it
    specificando nome, cognome e Foro di appartenenza.


    Link Zoom Meeting
    https://us02web.zoom.us/j/86869920155?pwd=dmRE
    YTdMUDNUdHpxbHJBWjU1MFB6dz09

    Programma
    Ore 17:00 Saluti

    Avv. Antonio Tanza, Presidente Nazionale Adusbef

    Modera

    Ing. Alfonso Scarano, Presidente Nazionale AssoTAG

    Introduce:

    Dott. Fabio Massimo Blasi, Segretario Tesoriere Adusbef


    Intervengono

    Avv. Giulio Caselli, Presidente Adusbef Toscana
    “I servizi di home Banking e le possibili aggressioni informatiche”

    Avv. Eva Pecchioli, Delgata Adusbef Toscana,
    “Il Phishing: caratteristiche e modalità operative. Possibili strategie
    difensive”

    Avv. Francesco Cocchi, Delegato Adusbef Toscana
    “Le nuove forme di Phishing Ibride: caratteristiche e modalità
    operative. Possibili strategie difensive”

    Avv. Andrea Frosini, Delegato Adusbef Toscana
    “L’evoluzione delle tecniche di Social Engineering”

    Avv. Alberto Foggia, Delegato Adusbef Toscana
    “Strategie difensive e ruolo dell’avvocato nella difesa della vittima
    truffata”


    Dott. Francesco Zorzi, Esperto in sicurezza informatica
    Aspetti tecnici e operativi delle truffe digitali e delle tecniche di Social
    Engineering”


    Ore 19.00 – Conclusioni


    Obiettivi


    Il mondo tecnologico moderno si sta sempre più inoltrando in una nuova
    dimensione di “E.raDigitale”, ovvero in un ambiente di società civile, di vita,
    di studio e di lavoro immerso nella variegata infrastruttura digitale di
    comunicazione e di servizi. La dimensione digitale di vita nella quale veniamo
    catapultati necessita una maturazione di consapevolezza così che i cittadini e i
    lavoratori si possano adeguatamente proteggere e siano protetti dagli insidiosi
    ed invisibili rischi che derivano dall’utilizzo non corretto delle tecnologie
    digitali, in particolare quando si tratti transazioni economiche effettuate on-
    line, di tutela propria e dei dati personali. I cittadini e i lavoratori devono poter
    vivere con utilità e stimoli positivi il futuro della nuova e pervasiva dimensione
    digitale, conoscendone opportunità e rischi, in un contesto democratico di
    rispetto della persona e delle culture. La fruizione delle informazioni, dei
    servizi e dei prodotti offerti dal mercato digitale deve poter superare le
    barriere culturali, psicologiche e tecnologiche, sempre in un contesto di
    consapevolezza, sicurezza e corretta informazione, e di possibilità pratica di
    esercitare i diritti di tutela. In particolare, con esposizione di “case history”
    esemplificativi e una analisi pluridisciplinare, si analizzano i presupposti
    sociali e infrastrutturali per la risoluzione e mitigazione dei rischi alla persona
    ed alle organizzazioni connessi alla nuova dimensione digitale. Vengono analizzati
    gli strumenti giuridici e regolamentari a tutela attualmente in vigore, ricordando i
    casi di lacune normative ed anche di esercizio degli Stati del potere di incidere sulla
    libertà delle persone, peculiare


    Condividi su Facebook

    Download Pdf

    Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

    Tags:






    Store:

        








    innovare l'informatica e il diritto