Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


A chi dare il proprio pc e il telefono in caso di emergenza ?

Antonio: "E' proprio come me lo aspettavo. Molto chiaro e con molti spunti interessanti su come tutelarsi."

adv IusOnDemand

Aborto

Una storia di aborto

Sei sola ? No. Non e' vero.

12.05.2020 - pag. 94988 print in pdf print on web

P

Piu' di una volta ho parlato di aborto su queste pagine.

E' un diritto civile, per le leggi.

Il diritto civile della donna non ha mai fatto pace con la sofferenza che la donna prova dopo.

^ Ho ricevuto tante email nel passato di donne che mi hanno pesantemente insultato. L'uomo non conta, il bambino non conta, la donna ha il diritto di decidere da sola perche' e' sola in quei momenti.

Posso confermarlo: alla donna viene fatto vedere tutto semplice se sceglie l'aborto, ma viene abbandonata dopo. I cav invece aiutano prima e dopo. E non solo i cav.

Chi vorrebbe dare un aiuto prima viene escluso, senza sovvenzioni, senza possibilità di fare comunicazione cosi' come la fa chi parla di aborto.

^ Ma le donne, e anche alcuni uomini lo sanno, si portano questa ferita per tutta la vita.

Lo sanno tutti, e nessuno ne parla. Eccetto chi si converte.

Ci sono altri diritti, quello di poter far nascere un bambino senza tenerlo. E' un diritto. Esiste. E sanno come fare gli operatori.

Esiste anche un aiuto. L'unica soluzione alla solitudine non e' voltare la testa. ^ C'e' gente che vuole aiutare.

^ Sono i centri di aiuto alla vita. Vanno cercati.

^ Nel video non troverete solo una mamma che vede la propria sofferenza come un dono per parlare ad altre donne.

Vedrete altri visi.

Altre persone che sanno.

Noi dobbiamo parlare. Sempre.

Nuovi orizzonti.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Le masse non si ribellano mai in maniera spontanea, e non si ribellano perche' sono oppresse. In realta', fino a quando non si consente loro di poter fare confronti, non acquisiscono neanche coscienza di essere oppresse." - George Orwell




innovare l'informatica e il diritto