Segui via: Newsletter - Telegram

Cultura

  • Talk show online
  • Ascolta il podcast
  • IusOnDemand
  • Diritto di Internet
  • Diritto Sportivo
  • Procedura civile
  • PrivacyKit
  • Developers

  • App iOS e Android
  • Controllo siti
  • Sviluppo Siti
  • Ex voto
  •  
    "Non tutto cio' che e' legale e' giusto. Bisogna insegnarlo a scuola" - pres. ass. RitaAtria.it


    Camilleri

    Voglio ricordarlo cosi': le frasi di Camilleri

    L'uomo che ha saputo usare le parole quando dovevano essere dette.
    17.07.2019 - pag. 94641 print in pdf print on web

    R

    Ricordare uno scrittore per le sue parole. Da Twitter:

    • Quando Salvini impugna il rosario mi viene un senso di vomito
    • Non vedo più, ma sogno
    • ^ Non voglio morire male, non voglio avere il pessimismo, voglio morire con la speranza che i miei figli i miei nipoti i miei pronipoti vivano in un mondo di pace. Bisogna che i giovani si ribellino… Non disilludetemi.
    • Fatevi condizionare il meno possibile da una società che finge di darci il massimo della libertà.
    • Mettiamola così: il tempo è una giostra sempre in funzione. Tu sali su un cavalluccio o un’automobilina, fai un bel po’ di giri, poi, con le buone o con le cattive, ti fanno scendere
    • Mi capita di usare parole dialettali che esprimono compiutamente, rotondamente, come un sasso, quello che io volevo dire, e non trovo l’equivalente nella lingua italiana. Non è solo una questione di cuore, è anche di testa. Testa e cuore
    • Alla nascita ti danno il ticket in cui è compreso tutto: la malattia, la giovinezza, la maturità e anche la vecchiaia e la morte. Non puoi rifiutarti di morire perché è compreso nel biglietto. O l'accetti serenamente e te ne fai una ragione o sei un povero coglione!
    • [La morte] La trovo disdicevole, citando una celebre battuta. Ma l'aspetto con serenità.
    • Se potessi, vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio cunto passare tra il pubblico con la coppola in mano
    • Mangiare, viviri e ascutare la rissaca con l’amico arritrovato. Che c’era di meglio nni la vita?
    • Non bisogna mai avere paura dell’altro perché tu, rispetto all’altro, sei l’altro
    • ^ Le parole che dicono la verità hanno una vibrazione diversa da tutte le altre
    • Questa volta a novant’anni, ho sentito l’urgenza di riuscire a capire cosa sia l’eternità.
    • C’è un piccolo problema: le parole che per me sono importanti, credo che comincino ad essere assai meno importanti per troppe persone. Per esempio lealtà, onore, dignità.
    • L'affidarsi alla memoria, è la volontà dell'uomo di non scomparire. E quando la conoscenza si arresta, subentrano i sensi, che alimentano la fantasia.

    Di lui dicono:

    • Se n'è andato, di persona personalmente. (fuZucconi)
    • Ha raccontato la Sicilia migliore, senza fronzoli, senza retorica, sempre dalla parte degli ultimi. Ci mancherà, Maestro. Grazie di tutto (Bartolo)
    • Non eri solo uno scrittore, eri un' emozione ogni volta che parlavi (Luisa)
    • Stamattina intercettata una busta indirizzata a #Salvini conteneva un libro di #Camilleri . (Santa Carbone)
    • Grazie Maestro, la tua penna e le tue parole hanno reso più bello il mondo.
    • Ha svelato tanto del nostro lavoro mettendo in luce l’umanità dei poliziotti sempre al servizio delle comunità. (Polizia di Stato)
    • I suoi libri, uno accanto all'altro nella mia libreria, mi faranno sentire meno solo quando li sfoglierò
    • La tua visione del mondo, così lucida e vera, ci mancherà (Andrea Conti)
    • Nessuna parola. Nessuna tua frase. Nessuno, come te. Solo una carezza. E un pensiero. Ciao Andrea. (Mirco)


    Condividi su Facebook

    17.07.2019 Spataro

    Twitter

    Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

    Tags:






    Store:

        








    innovare l'informatica e il diritto