Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"In tutta l'Europa quando hai un documento, il permesso di soggiorno, puoi avere un contratto di lavoro, una casa in affitto e andare a scuola. Perche' in Italia no?" - migrante in baraccopoli


Le basi operative del GDPR

Valutazione: 4.55 su 5

adv IusOnDemand

Paternità

La festa del papà nel diritto

Giornata per non dimenticare i papà. Certo. Ma cosa significa ?
19.03.2018 - pag. 94059 print in pdf print on web

E

Essere papà.

Per alcuni qualcosa di scomodo. Qualcosa con cui non confrontarsi. Troppo difficile, vado avanti per la mia strada.

Per altri addirittura un pericolo: il figlio impone terrorismo in famiglia e va allontanato dalle forse dell'ordine.

Altri non hanno voluto diventare padri: sia passivamente che attivamente, lasciando fare alla compagna.

Se guardiamo i giornali ci sono troppi esempi di padri padroni, figli padroni, ma sappiamo tutti che c'e' una foresta che cresce silenziosa.

Ma gli psicologi se ne sono accorti. 

Abbiamo fatto una rivoluzione, senza saperlo. Anzi, ci sembrava normale.

Parliamo con i figli.

Ci lasciamo mettere in discussione, attaccare. Ci difendiamo o contrattacchiamo, ma ascoltiamo sempre.

Ci sembra la cosa piu' naturale.

Aiutiamo gli altri papa'. Ne parliamo insieme. Ci confrontiamo con le altre mamme che ci guardano con due occhi increduli. Discutiamo di scuola, di amicizie, di scelte.

In un modo che non avevamo mai fatto.

E il diritto ?

Le statistiche dicono che l'affido condiviso non viene applicato nei tribunali.

Fossi un giudice mi fare un grave esame di coscienza invece di dire che non si puo' fare diversamente.

Alcuni l'hanno fatto. Molti altri ancora no.

La rivoluzione c'e' stata. La maggior parte dei tribunali ancora non se ne sono accorti. Ci vuole aggiornamento, ma non di diritto. Andate ad ascoltare gli psicologi. Andate nelle scuole. Ascoltate. E rivoluzioniamoci.


Condividi su Facebook

19.03.2018 Spataro

Spataro

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Art. 1340. (Clausole d'uso). Le clausole d'uso s'intendono inserite nel contratto, se non risulta che non sono state volute dalle parti." - Codice civile




innovare l'informatica e il diritto