Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it

Art. 31 Rifugiati che soggiornano irregolarmente nel paese ospitante

1. Gli Stati Contraenti non prenderanno sanzioni penali, a motivo della loro entrata o del loro soggiorno illegali, contro i rifugiati che giungono direttamente da un territorio in cui la loro vita o la loro liberta' erano minacciate...

Servizi

  • Fatturami.it
  • Cultura
  • Arte e Musei
  • Talk show online
  • Ascolta il Caffe20.it
  • IusOnDemand
  • Diritto di Internet
  • Diritto Sportivo
  • Procedura civile
  • Tributario
  • App native
  • Controllo siti
  • Il social sito
  • Ex voto
  •  
    "I clienti, non i concorrenti, decidono chi vince la guerra" - Philip Kotler


    STAND B6 - Fatturami.it - Fiera Milano City, 17-19 maggio 2018, Technology HUB

    IlBot.it - siamo in FIERA a CODEMOTION MILANO 2018 il 28 Novembre 2018

    Leggi

    Scontro tra religione e diritto negli USA

    Nega la licenza di matrimonio a coppie gay e un giudice mette in carcere il funzionario pubblico. Photo courtesy of Spataro @2015 fonte: Corriere
    Fonte: Corriere - Da: Spataro - 2015-09-04 - pag. 91704 print in pdf print on web

    "

    "L’idea dell’esistenza di norme naturali che consentono di ignorare le leggi dello Stato e l’autorità dei tribunali rappresenta un pericoloso precedente per il nostro Paese.".

    Non stiamo parlando di ortodossi estremisti.

    Stiamo parlando di un giudice che ritiene inaccettabile che un credo religioso vieti quello che una legge permette.

    Le chiama norme  naturali, non avendo il coraggio di chiamarle norme religiose.

    Chi ha studiato filosofia del diritto si e' interrogato a lungo sulla norma primaria e sul rapporto tra i diversi sistemi giuridici che regolano la vita di una persona. Le regole sociali, religiose, legali, nazionali, sovranazionali, contrattuali.

    Negare il primato alle leggi dello Stato permette l'ingresso della Sharia come e' avvenuto in alcune nazioni africane (Sudan del sud se non ricordo male) come norme con giudici al di sopra delle leggi.

    Nel Cristianesimo si ha "dai a Cesare quel che e' di Cesare e a Dio quel che e' di Dio".

    Nel contrasto tra Sharia e leggi nazionali si ha l'abrogazione di un intero sistema giuridico, cosa che nessuna legge religiosa puo' volere senza voler sostituire anche le leggi di Cesare.

    Nel divieto di adempiere ad una singola legge per motivi religiosi non vedo contrasti costituzionali. Solo il singolo potrebbe essere licenziato (o potrebbe mettere a disposizione le proprie dimissioni) perche' incompatibile con l'ufficio che deve presidere, sollevando comunque il caso.

    Piu' noti sono i casi di chi rifiuta le trasfusioni o cure mediche per motivi religiose, e quindi chi rifiuta che una legge imponga o permetta cure non richieste.

    Insomma: si puo' dire tutto, fuorche' sia in ogni caso un pericoloso precedente quello di rifiutare un singolo atto.

    In Italia una infermiera e' stata abbandonata anche dal sindacato perche' loro non sono a favore della tutela dei nascituri.

    Sembrava chiaro che dai tempi di Galileo, con la Chiesa che pretendeva di riscrivere le leggi della fisica, che imporre le leggi in questo modo e' autorita' senza autorevolezza.

    C'e' un tema invece ancora non affrontato: il rapporto delle leggi con gli uomini. Le leggi dovrebbero essere dei cittadini, ma nel nuovo testamente fanno una "brutta figura" ogni volta che Cristo spiega che lui non e' legge, ma giustizia e misericordia. Il valore della legge umana e' preso come fatto, ma non assolutizzato. 

    Nei nostri tempi di crisi di autorevolezza resta la legge come valore di certezza per una convivenza regolare imposta ai cittadini.

    Il contratto sociale che delega l'organizzazione della convivenza ricordava il primato dei cittadini sullle leggi.

    Possibile che si stiano dimenticando piu' di mille anni di amore per la giustizia e l'equita' (la versione statuale della misericordia) e si propongano le leggi come strumento di imposizione indiscutibili ?

    Si'.

    Perche' e' facile per chi vuole dei favori ottenere leggi favorevoli da far imporre, con il placet dei politici, a tutti i cittadini.

    Ci vogliono quindi strumenti per arginare l'invasione dei gruppi di potere, le lobbies, nei diritti di tutti i cittadini.

    Una volta c'erano i tribuni della plebe, i cui compiti non sono mai stati studiati abbastanza.

    Sarebbero di grande attualita'. Oggi le associazioni di consumatori hanno meno poteri di essi, e rappresentano solo un timido tentativo di soppesare leggi sbagliate.

    Un tema caldissimo, assolutamente inesplorato e non interessante. Peccato.

    Da Wikipedia sui Tribuni della Plebe:

    "Dal 449 a.C. acquisirono un potere ancora più formidabile, lo Ius intercessionis, ovvero il diritto di veto sospensivo contro provvedimenti che danneggiassero i diritti della plebe emessi da un qualsiasi magistrato, compresi altri tribuni della plebe. I tribuni avevano inoltre il potere di comminare la pena capitale a chiunque ostacolasse o interferisse con lo svolgimento delle loro mansioni, sentenza di morte che veniva solitamente eseguita mediante lancio dalla Rupe Tarpea. Questi sacri poteri dei tribuni furono a più riprese sanciti e confermati in occasione di solenni riunioni plenarie di tutto il popolo plebeo."

    Gli imperatori successivi si presero il titolo di tribuno della plebe per imporre il veto agli atti del senato, qualcosa di ben noto anche negli USA oggi.

    Voglio aggiungere una riflessione.

    I giornali giustificano la pubblicazione di un minore in prima pagina. Un minore che non arrivera' mai in Europa perche' morto in mare e trovato riverso su una spiaggia in Turchia.

    Viola la forma delle leggi scritte, ma ne rispetta lo spirito.

    Tutti i giornali hanno deciso di violare il testo delle leggi e pubblicare la foto, perche' si doveva.

    Si doveva. Era un dovere mostrarla. Punto. 

    Ricevi gli aggiornamenti su Scontro tra religione e diritto negli USA, Leggi e gli altri post del sito:

    Newsletter: (gratis Info privacy)


    Link: http://www.corriere.it/esteri/15_settembre_04/usa-


    Tags:


    civile.it store:




    2015-09-04 - Spataro - Fonte: Corriere - Rubrica: Leggi - Tutto Civile.it: Iscriviti al feed di tutto Civile.it - Richiesta rimozione

    Leggi - Indice: 1. Imporre il razzismo tramite il decreto sicurezza: siano espulsi anche se qualcuno li vuole tenere 2. Camilleri: questa e' una ossessione. Questa nazista volgaritÓ non e' in nome mio 3. Mumolo: Reddito di cittadinanza a tutti, anche ai senza dimora - penalizzazione accattonaggio 4. Trasferiti da scuola. Violentati in Libia. Buttati per strada. 5. Amatrice e la gestione delle emergenze 6. Ciminalizzando i migranti e chi li aiuta, si perde l'umanitÓ. 7. VIolazione dei diritti dei rifugiati: i governi europei hanno attivamente ostacolato i salvataggi 8. Quello che le persone non dicono sul decreto sicurezza 9. Asia Bibi is free on a plane (but still in Pakistan) 10. Gravissima discriminazione per i richiedenti asilo e residenza secondo Avvocato di strada Onlus: - Torna alle guide

        





    "Alla fine diventerai quello che tutti pensano tu sia" - Caio Giulio Cesare

    Visita lo Store On Demand


    Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store