Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


A chi dare il proprio pc e il telefono in caso di emergenza ?

Antonio: "E' proprio come me lo aspettavo. Molto chiaro e con molti spunti interessanti su come tutelarsi."

adv IusOnDemand

Cultura

Radio Rai 3: lettura integrale Dei Delitti e Delle Pene

Beccaria in podcast
10.12.2014 - pag. 90947 print in pdf print on web

U

Una lettura celebrativa e un'opera titanica.

Leggerlo e' si' pesante, ma fattibile. L'ascolto arduo, se l'interpretazione non fosse consapevole dell'importanza di ogni idea del testo.

Riesce Radio 3 a non calare di interesse ?

Il testo e' in stile dell'epoca e, ahime' , ne risente.

Le idee incredibili. Purtroppo i tempi sono persi. La scelta del ritmo di lettura, tavolta non condivisa, e' tuttavia rispettosa dei tempi in cui fu scritta. Oggi ci vogliono altri percorsi argomentativi, altri stili narrativa, altro.

Cio' premesso e' una incredibile sfida culturale, e come tale va vissuta.

La durata brevi delle registrazioni, ascoltabili online o scaricabili, una volta imbattutisi per errore nella pagina che offre sia ascolti che scaricamenti, godibili.

Godibili perche' brevi. Ma non sostenibili a lungo.

E' opera ancora ricca di spunti oggi. Le luci accese la sera, i poliziotti di quartiere, le leggi scritte e non ad personam: c'e' da chiedersi perche' oggi si faccia l'opposto. Semplicemente perche' nessuno conosce il testo.

Bene leggere libri sulla mafia scritti dai parenti degli eroi. Ma anche Beccaria non guasterebbe. Forse ci vorrebbe un riadattamento ad oggi, chissa' con quali critiche e quali conseguenze.

Ma erano pensieri universali con parole del tempo.

Si dovrebbe provare.

La voce narrante ci prova. Sono certo che alcuni la troveranno noiosa. E' invece una lettura lenta. Pacata. Riflessiva. Adeguata ai contenuti. Avendo tempo adeguato per ascoltarla.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"I problemi piu' devastanti sono generati dall' indifferenza, dall'ignoranza , dalla mancanza di concretezza" - ProgettoNoemi.com




innovare l'informatica e il diritto