Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Se vogliamo trovare la verita' forse dobbiamo allontanarci dai tribunali" - Francesco Sanna e Gabriele Bardazza, Il caso Moby Prince-La strage impunita


Divorzio

Separazione e divorzio stragiudiziali davanti agli avvocati ?

Una nuova soluzione.
25.04.2014 - pag. 89753 print in pdf print on web

A

Apriti cielo.

Una volta la separazione consensuale era davanti ai giudici, senza bisogno di avvocati.

Poi si e' fatta una legge che viene interpretata per la non necessita' degli avvocati se non lo si fa rilevare.

Adesso la possibilita' di separarsi davanti agli avvocati.

Opportunita' interessante sicuramente per gli avvocati e forse per le coppie che non vogliono andare davanti ad una corte che giudica i loro accordi.

Non parliamo qui dell'ipotesi di minori. La proposta, solo ventilata, riguarderebbe chi non ha figli.

Puo' essere un passo avanti ?

Diciamo che nel percorso attuale in linea di principio non ci sono troppi ostacoli. Se poi una coppia scoppia, non c'e' proprio nulla da fare.

Credo che, come al solito, non si faccia niente per favorire la riconciliazione, che e' un bel termine per far capire ai coniugi che se non accettano un modello di convivenza piu' intesa e meno propensa ai soli interessi di uno dei due, avranno lo stesso problema domani.

Questo e' qualcosa che la volontaria giurisdizione puo' raggiungere ? No ? Gli avvocati si' ?

Mi sembra che nessuna delle soluzioni aiuta la famiglia a stare insieme.

E, se si parla con giudici e avvocati, negli occhi resta solo l'idea del: "non si puo' fare altro".

Forse.

Sicuramente un ministro cosi' vicino agli avvocati non si vedeva da tempo.

Vedremo il testo della proposta e lo commenteremo.

Ma non dimentichiamo il tentativo di conciliazione. Non lasciamo sulla carta, come una bella parola che nessuno riempira' di significato.

 


Condividi su Facebook

25.04.2014 Spataro

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto