Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


Le basi operative del GDPR
Valutazione: 4.55 su 5
adv IusOnDemand

Febbraio2014

Milano: a lezione di educazione finanziaria con Brutti come il debito

Data: Dal 14 al 16 febbraio 2014

Località: Nuovo Teatro Ariberto via Daniele Crespi 9 Milano (MI), Italy

VENERDÌ 14 E SABATO 15 FEBBRAIO 2014 Ore 20:45

DOMENICA 16 FEBBRAIO 2014 Ore 16:30

di e con Antonio Cajelli e Massimo Melpignano

31.01.2014 - pag. 89229 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

B

Brutti come il debito è una lezione di educazione finanziaria resa in forma di spettacolo/conferenza. Serve a rendere l´idea di come sia possibile sviluppare percorsi di legalità attraverso la consapevolezza e l'educazione economica e finanziaria in forma non convenzionale, utilizzando come strumenti di apprendimento il gioco, le emozioni, la condivisione.


Brutti come il debito è inserito in un più ampio progetto che Massimo Melpignano, avvocato esperto in diritto bancario e finanziario dalla parte delle persone e Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente portano avanti in corsi di formazione, seminari, workshops, webinars, pubblicazioni e manuali.


www.brutticomeildebito.it

Clicca qui per scaricare la locandina

 

Informazioni
Gli eventi si terranno presso il Nuovo Teatro Ariberto in via Daniele Crespi 9 a Milano
Prenotazioni
prenotazioni@nuovoteatroariberto.it
Biglietti
€12 intero, €8 studenti, €10 per gruppi > di 15 persone
^ Come arrivare
MM2 fermate Sant’Agostino e Sant’Ambrogio
Autobus 74, 47 e 59 (capolinea piazzale Cantore)
Autobus 94 (piazza Resistenza Partigiana)
Tram 14 e 2 (corso Genova - via Ariberto)
Parcheggio bikemi piazza Sant’Agostino
Parking a pagamento via Ariberto


Condividi su Facebook

31.01.2014 Spataro

Brutti come il Debito Link: http://www.zoes.it/banca-etica/eventi/brutti-debit

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Lo stato per sua natura non deve avere quell'unita' di cui parlano alcuni e che quel che si vanta come il piu' grande bene degli stati, in realta' li distrugge: e invero e' il bene di ciascuna cosa che conserva ciascuna cosa." - Aristotele, la politica




innovare l'informatica e il diritto