Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Il problema e' avere o non avere qualcosa per cui valga la pena vivere" - Il fisiatra di un disabile al 100%


La prova del sorpasso pericoloso
adv IusOnDemand

Gioco

Il Governo ed il sostegno al gioco d'azzardo: piu' facile e meno tasse

Impariamo, per una volta, a scegliere a chi dare i nostri soldi.
06.12.2012 - pag. 82708 print in pdf print on web

D

Diciamolo chiaramente: ritengo questo governo Monti il peggiore della storia per il mancato rispetto di ogni regola in nome dell'emergenza.

Risultato: entrate tributarie che salgono del 4% ed il debito pubblico aumentato e fuori controllo come le spese dello stato. Tutti spendono denaro pubblico che pagano i cittadini impoverendosi, impedendo loro di partecipare ad un nuovo miracolo.

Non aumentano sole le tasse su quello che si produce, che si guadagna, ma anche sui patrimoni, che perdono valore. Ed arriva Bersani a dire che introdurra' una (ulteriore, se l'e' dimenticato) patrimoniale sui ricchi: vedrete cosa ne sara' dei poveri.

Avvenire e' l'unico giornale dotato di senso civico.

Da tempo qualche giornalista cerca di parlare di azzardo sugli altri quotidiani, ma gli viene lasciato spazio secondario. E questo dovrebbe far riflettere sulle gravi responsabilita' personali di direttori, editori, giornalisti e contributi pubblici.

Avvenire da tempo combatte quotidianamente lo schifo del gioco d'azzardo: impoverisce i piu' deboli e i piu' poveri, sfruttando una condizione nota come malattia, per la quale non si riesce nemmeno a fare una legge come in altri paesi dove a chi e' in questa condizione viene vietato di giocare e ai gestori di farli entrare.

No.

Noi mettiamo le macchinette nei bar. Io non vado nei bar che le mettono. Tutti potremmo fare la stessa cosa, ma ci voltiamo dall'altra parte e lasciamo che il vicino freneticamente butti via soldi facendo finta che sia normale, magari con accanto il partner che segue sperando di poter limitare i danni.

Oggi la notizia e' che il fisco chiede meno al gioco d'azzardo piuttosto che ad un panettiere.

Vergognatevi.

E doppiamente perche' dietro alle macchinette (che comunicherebbero telematicamente i proventi) c'e' molta delinquenza. E' noto, e non si riesce a fermare.

E tre volte vergognatevi: ricordate il debito di tasse non pagate dai gestori ? Se ne sa nulla ?

No.

Fate una bella cosa: cambiate bar, se quello dove andate ha le macchinette. E blocchiamo l'accesso dei nostri computer ad annunci e siti di gioco online, la nuova piaga.

E impariamo, per una volta, a scegliere a chi dare i nostri soldi.

Alla fonte l'approfondimento di Avvenire. Leggetelo, non e' un giornale per preti e non vi rimbomba la testa di notizie negative esaltate proditoriamente.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Gioco - Indice:
1. Giorgio Gori: perche' riaprono le sale da gioco?
2. Perdita a tavolino 3-0 per impraticabilità del campo di gioco
3. Il gioco e' una cosa seria. Per il calciobalilla tasse e documenti, e il web si prepari allo psicodramma
4. Emilia Romagna: divieto esercizio sale da scommesse a meno di 500 metri di distanza da alcune categorie di luoghi sensibili
5. I divieti di esercizio di apparecchi AWP
6. Caduta a causa di un avvallamento del terreno di gioco nascosto dalla presenza di una pozzanghera d'acqua
7. Scommesse online: dei danni risponde anche l'A.A.M.S.
8. Potere di accesso diretto della AAMS alle macchine da gioco
9. Clausole vessatorie in un famoso gioco per smartphone ma presenti ovunque
10. Sale da gioco non equiparabili ai punti di raccolta delle scommesse ippiche e sportive


Store:

    





"Amarsi un pó" - Lucio Battisti




innovare l'informatica e il diritto