Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Per ogni applauso c’e' sempre nascosto un vaffanculo dietro" - Fedez


Sinistro Fantasma: come difendersi

9,90 €       download immediato

adv iusondemand

Lavori

Ponteggi e furti negli immobili confinanti Cassazione 7722 del 2011

Ritardata rimozione dei ponteggi e furto: non vi e' responsabilita' se nel merito non e' stata data prova del nesso causale
26.04.2011 - pag. 77478 print in pdf print on web

&

 

Cassazione - Sentenza n. 7722 del 16 Febbraio 2011

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

1.- Con sentenza n. 1008 del 2005 la corte d'appello di Catania ha rigettato il gravame di F.A., quale procuratrice di A.A., avverso la sentenza di primo grado che ne aveva respinto la domanda risarcitoria nei confronti del vicino G.V. per avere questi, non rimuovendo per lungo tempo le impalcature che aveva fatto apporre in un cortile interno per l’esecuzione di lavori sulla propria facciata, agevolato l’accesso di ignoti che avevano perpetrato un furto nell’abitazione dell’A.A..

Ha ritenuto la corte d’appello che non sussistesse la prova, in relazione alla possibilità di tre diverse modalità di accesso alla casa del derubato, del nesso causale tra la presenza delle impalcature ed il furto.

2.- Avverso la decisione ricorre per Cassazione F.A. affidandosi ad un unico motivo, cui resiste con controricorso il V..

MOTIVI DELLA DECISIONE

1.- Il Collegio ha disposto che sia adottata una motivazione semplificata.

2.- La sentenza è censurata per ogni tipo di vizio della motivazione su fatti decisivi e controversi in relazione all’art. 2043 c.c. per non aver considerato che, in relazione all’ora del furto (tra le 8.20 e le 14.45 dell’8/6/1996) ed allo stato dei luoghi, di nessuna delle tre alternative possibilità di accesso all’abitazione descritte dal C.T.U. era in concreto realistica; e poiché, “essendo l’impalcatura posta all’interno del cortile di proprietà esclusiva del V., sussiste(va) a suo carico una presunzione iuris tantum di responsabilità cagionata da cose di cui questi aveva l’onere di custodia”.

3.- Il ricorso è infondato.

Quanto ai denunciati vizi della motivazione poiché, non essendo l’impianto argomentativi della sentenza impugnata né carente né contraddittorio in relazione alle varie possibilità alternative esaminate, la censura del ricorrente si risolve in realtà nella critica dell’apprezzamento del fatto effettuato dal giudice del merito, non suscettibile di essere reiterato in sede di legittimità.

Quanto alla presunzione di responsabilità che graverebbe sul custode (ex art. 2051 c.c., del quale non è peraltro denunciata la violazione), poiché il criterio di imputazione di cui alla disposizione citata comporta bensì la responsabilità del custode (salvo che provi il fortuito) per i danni cagionati dalla cosa, ma non comporta affatto la presunzione di nesso causale fra la cosa ed il danno, che va comunque provato dal danneggiato. Il che è certamente possibile anche tramite un procedimento di inferenza induttiva (presunzione), tuttavia inevitabilmente correlato all’apprezzamento delle circostanze concrete, che appunto compete al giudice del merito con una valutazione di merito infondatamente censurata in questa sede sotto il profilo del vizio della motivazione.

4.- Il ricorso è respinto.

Le spese seguono la soccombenza.

P.Q.M.

LA CORTE DI CASSAZIONE

Rigetta il ricorso e condanna il ricorrente alle spese, che liquida in euro 1.700,00, di cui 1.500 per onorari, oltre alle spese generali ed agli accessori dovuti per legge.

Roma, 16 Febbraio 2011.

 

26.04.2011

Spataro

Giurisprudenza salentina
Link: http://www.giurisprudenzasalentina.it/index.php?op

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Lavori - Indice:
1. Sui lavori della Commissione parlamentare sui diritti e doveri relativi a internet (UPD)
2. Naturale. Come un capello. Cina. Seta. Materiali. Usi. 1/3
3. Raffaello: Capolavori Abbandonati
4. Avvocati di Strada: fate fare volontariato da noi agli aggressori dei senza tetto
5. Il Fondo condominiale per i lavori straordinari
6. Angdp: lavoriamo, ma non ci ascoltate
7. Il club esegue dei lavori nello stadio ma il Comune non gli rimborsa alcunchè
8. Ponteggio per lavori condominiali e furto: onere della prova e responsabilita' dell'impresa e del condominio.
9. Condominio: innovazioni o modifica dell'uso della cosa comune
10. Assemblea perennemente deserta ? Non c'e' alternativa per autorizzare i lavori di manutenzione in caso di contrasto



eventi sponsorizzati:


Store:

    





"Strano. Siamo tutti alla ricerca di un posto che scaldi il cuore, invece di lasciare scaldare il cuore" - Franco Nembrini, su Dante Alighieri

Visita lo Store On Demand


Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store