Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


Le basi operative del GDPR

Valutazione: 4.55 su 5

adv IusOnDemand

Sentenze

Riscossione – Cartella di pagamento – Non preceduta da atto impositivo – Motivazione – Necessità

Sentenza Cassazione SSUU 14.5.2010 n. 11722
17.05.2010 - pag. 73944 print in pdf print on web

A

Allorché la cartella di pagamento non sia stata preceduta dalla notifica dell’atto impositivo (avviso di accertamento o altro atto), ma costituisca il primo atto con il quale venga portata a conoscenza del contribuente la pretesa fiscale, essa deve essere motivata alla stregua di un vero e proprio atto impositivo dovendo contenere tutti gli elementi che consentano al contribuente l’esercizio effettivo del controllo sulla correttezza dell’imposizione.  E’ pertanto nulla la cartella che indichi la natura del tributo e il suo importo, ma non menzioni il presupposto impositivo sulla cui scorta la pretesa viene esercitata.


Condividi su Facebook

17.05.2010 Franco Ionadi

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





VIDEO: "Tu non sai cos'e' il rispetto se non senti il dolore." - Alexia




innovare l'informatica e il diritto