Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Sono incazzato nero e tutto questo non lo accettero' piu' ma cavoli alzatevi dalle vostre sedie" - Quinto potere


Immigrazione

Detenuti senza incriminazioni ne' reati. Il rapporto di Medici Senza Frontiere

Maroni afferma che e' un rapporto falso. PDF da MSF
03.02.2010 - pag. 71037 print in pdf print on web

Download Pdf

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

E

Ecco una frase dal rapporto (in materia di suicidi e proteste nei centri di accoglienza):

"Una tensione che non appare semplicemente legata alla condizione di detenzione ai fini del rimpatrio, ma, anche, al ^ senso di ingiustizia vissuto ai trattenuti nel subire una limitazione della libertà personale pur non avendo commesso reati, e di essere detenuti in luoghi, inoltre, incapaci per loro natura di trattare adeguatamente bisogni fondamentali come quello della salute, dell’orientamento legale, dell’assistenza sociale e psicologica."

e ancora (dedicato agli avvocati):

"Servizio di consulenza e orientamento legale: In un contesto di privazione della libertà personale e di compresenza di soggetti con bisogni peculiari ed eterogenei come richiedenti asilo, vittime di tratta e tortura, ex prostitute, stranieri appena arrivati e altri, invece, da molti anni in Italia e cittadini comunitari, appare indispensabile garantire l’accesso gratuito a un servizio di informazione e orientamento legale ben strutturato con un ampio spettro di competenze e operativo diverse ore a settimana.

"Nei centri di Torino, Bari e Gorizia addirittura non è predisposto alcuno sportello legale gratuito, mentre, nei CIE di Roma, Lamezia Terme e Caltanissetta il servizio appare gravemente sottodimensionato rispetto all’entità dell’utenza di riferimento.

"Nelle interviste ai trattenuti è emerso come spesso abbiano una conoscenza solo approssimativa delle modalità di accesso e degli orari di apertura del servizio di orientamento legale e solo sporadicamente ricevano informazioni sulle motivazioni del loro trattenimento e sulle conseguenze. "

Diciamola tutta: chi arriva in Italia viene tenuto per mesi in un posto dal quale non puo' allontanarsi.

Si chiama detenzione amministrativa. Alle condizioni sopra indicate.

Questi i fatti. Ci va bene ?


Condividi su Facebook

03.02.2010 Spataro

Medici Senza Frontiere Link: http://www.medicisenzafrontiere.it/Immagini/file/p

Download Pdf

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto