Segui via: Newsletter - Telegram
 
"E' importante ricordarsi da dove partiamo, e le persone che ci sono state per farci arrivare dove siamo" - Luca Giacomelli Ferrarini


Affitti

Cedola secca sugli affitti al 20%: guardiamo le tasse sulle locazioni

Da capogiro.
26.05.2009 - pag. 68746 print in pdf print on web

Download or Play, List or RSS:

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

C

Calderoli annuncia a marzo 2009 un emendamento al ddl sul federalismo fiscale per mettere la cedola secca del 20% sui contratti di affitto.

L'emendamento viene ritirato e la legge approvata senza cedola.

Resta quindi ancora in vigore la vecchia tassazione.

 

Ma quanto si paga oggi di tasse sugli affitti ?

E' una domanda a cui tutti rispondiamo a braccio, sbagliando sempre per difetto.

La tassazione e' in media tra il 40% e il 50% del canone.

Chi ha un reddito annuo di 28.000 euro (affitto compreso) paga il 27% di irpef.

Chi ha un reddito annuo di 55.000 euro (affitto compreso) paga il 36% di irpef.

La cedola secca sarebbe una manna. Ma finisce qui ?

 

^ Le addizionali

Nei contratti si deve ricordare di separare l'importo delle spese condominiali dal canone, in modo da non pagare le tasse almeno sulle spese.

La tassa rifiuti e' dell'inquilino, l'Ici del proprietario.

Poi ci sono interventi di manutenzione obbligatoria per nuove norme che impongono ulteriori spese.

Calderoli ha annunciato che togliera' le case a chi non si adegua.

Io avrei annunciato una lettera di ringraziamento per coloro che non evadono, pur sapendo che i Tribunali non sono uno strumento adeguato per difendere il proprietario.

Oltre a questo le tasse di registro su registrazione, rinnovo, estinzione, che si dividono con l'inquilino.

Dei lettori qualcuno sa quanto si paga all'estero ?

 

 


Condividi su Facebook

26.05.2009 Spataro

Spataro

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto