Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Essere o avere ? Fare." - V. S.


Risposta

Acquisto immobile

Salve, stavo per acquistare casa tramite agenzia immobiliare. L\'agenzia immobiliare mi a chiamato e mi ha proposto un alloggio che a me interessava. Quindi mi reco in agenzia, e presento la proposta di acquisto con relativa caparra, dove in suddetta proposta ho fatto scrivere che l'alloggio doveva essere in regola sotto tutti i profili urbanistici, catastali, edili, senza pignoramenti, o mutui. Nello stesso tempo mi sono andato a informare all\'ufficio tecnico del comune, ed e uscito fuori, che il valore catastale e errato in quanto e calcolato male, che il balcone è stato ingrandito abbusivamente e non condonato, che la scensore, e stato aggiunto fine anni 70 e mai sanato in pratica abusivo, che i Box, sono accatastati come magazzino, ecc. Mi reco in agenzia e gli dico che in queste condizioni sia dell\'allogiio e del condominio non compro, il titolare mi assicura che mette un geometra e risana il tutto. 4 giorni dopo vengo chiamato dall\'agenzia e mi viene detto che per risanare il tutto passa molto tempo, e quindi la maniera più veloce e di fare un verbale ove sia la parte venditrice, si impegna a versare al notaio una parte di denaro per il risanamento del tutto e la parte compatrice accetta e a conoscenza di tutto. Dopo varie pressioni Pscologiche da parte del titolare dell\'agenzia mi sono rifiutato di firmare il tutto. Torno in agenzia con un mio amico geometra e gli dico che ho risanano il tutto prima del atto, o mi tornano la caparra. Il titolare visto che per risanare il tutto in un mese di tempo non c,è la puo fare a tentato di farmi spostare la data del atto. dicendomi di aspettare anche fino a dicembre. Io nel frattempo devo pagare l\'affitto, oltre tutto mi sta per scadere il contratto di affitto, altre agenzia mi chiamano, mi devo rifiutare in quanto non posso fare altre poproste. Come mi posso tutelare? Posso chiedere i danni? Cortesemente se mi date un consiglio.
04.05.2009 - pag. 68517 print in pdf print on web

S

Se si tratta di semplice proposta d'acquisto, scaduto il termine per l'accettazione della controparte lei può riprendere i suoi soldi e la storia finisce lì. Se c'è un preliminare, invece, bisognerebbe leggere il contratto per capire meglio. Stando a quello che ci dice se si tratta di preliminare potrà chiedere la risoluzione del contratto ed il risarcimento del danno con obbligo per la controparte a restituire il doppio di quanto versato.

04.05.2009

0

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Acquisto immobile

Tags:





Risposta - Indice:
1. Diritto d'autore e Agcom: la risposta del Governo
2. Nulla la sentenza se alle comunicazioni di cancelleria via email non segue una risposta manuale
3. E' possibile chiedere l'esonero dalle spese ordinarie condominiali
4. Eredità nonna materna
5. Testamento e rinuncia all'eredità
6. Intestare la casa a un solo figlio (su sette)
7. Soldi sul conto corrente
8. Lasciare la casa al nipote
9. Proprietario prima casa riceve eredità casa acquistata come prima casa
10. Decesso zia:



eventi sponsorizzati:


Store:

    





VIDEO: "Tu, come me" - Stella, Lucio Dalla

Visita lo Store On Demand


Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store