Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


Le basi operative del GDPR

Valutazione: 4.55 su 5

adv IusOnDemand

Separazione

OUA: Avvocati insieme ai notai

"l’Avvocatura intende la costituzione del Tribunale della Persona e/o Sezioni Specializzate essenzialmente come salvaguardia dei diritti della difesa e del più ampio contraddittorio"
25.03.2009 - pag. 67973 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

L

L’Assemblea dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura Italiana, riunitasi a Roma il 13 e 14 marzo 2009, a seguito di articolo apparso su  “Italia Oggi”  che ripropone le istanze  del Notariato  per la devoluzione alla categoria di competenze in materia di separazione e divorzi, su proposta della Giunta Centrale dell’Organismo Unitario, sentito il parere della Commissione Famiglia,

 

PREMESSO CHE

 

 - con il DDL 577 Relatore Sen. Saro - rubricato “modifiche alla disciplina in tema di separazione  personale tra i coniugi, scioglimento e cessazione degli effetti civili  del matrimonio e successione ereditaria del coniuge”- si era discusso   di conferire delega ai Notai  in materia di separazione consensuale e divorzio congiunto (con omologa da parte del Tribunale solo nell’ipotesi di  esistenza di figli minori);


-  tale DDL  proponeva anche modifiche  all’art. 162 c.c., con l’introduzione  di convenzioni prematrimoniali che andrebbero anche ad incidere sulla vigente  disciplina dei diritti successori tra coniugi;  


CONSIDERATO CHE

 

-     tali proposte appaiono in netto  contrasto  con il  progetto di istituire il Tribunale per le Persone o Sezioni Specializzate, ai quali demandare tutte le controversie e  rapporti in questa delicata materia;


-    l’Avvocatura intende la costituzione del Tribunale della Persona e/o Sezioni Specializzate essenzialmente come salvaguardia dei diritti della difesa e del più ampio contraddittorio;


-    una delega  di giurisdizione ad un soggetto che, pur essendo pubblico ufficiale, non è comunque un giudice togato, aggrava, con un ulteriore ed inutile passaggio, una procedura camerale, celere e  semplice  nelle prassi della maggior parte dei Tribunali e non soddisfa l’esigenza, tanto avvertita dal cittadino, di semplificare ed accelerare i procedimenti civili;


-    l’attribuzione  di tale competenza ai Notai non avverrebbe a costo zero; l’onorario del professionista chiamato a svolgere l’attività giurisdizionale rimarrebbe comunque a carico delle parti,  in contrasto con l’esigenza di contenere i costi della giustizia per il cittadino;


-     ^ tali proposte  infine, non soddisfano  l’esigenza di fornire un servizio giustizia efficace ed efficiente che presuppone operatori professionalmente qualificati con competenze, preparazione, esperienza e sensibilità specifiche in materia di gestione di controversie ed in particolare di gestione dei conflitti delicati come quelli  familiari  e le proposte di  introdurre  convenzioni prematrimoniali, se non formulate correttamente, potrebbero rivelarsi lesive dei diritti  uxori della parte più debole,  



MANIFESTA



ampia e ferma contrarietà alle proposte di legge in oggetto ed ad ogni altro tentativo di comprimere i diritti dei cittadini in questo delicato settore, considerando principio irrinunciabile l’attribuzione in via esclusiva  alla giurisdizione togata delle vertenze aventi ad oggetti diritti indisponibili.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"noi non possiamo fare niente da soli, ma possiamo pensare e il pensiero cambia il mondo" - Matteo Nassigh tetraplegico




innovare l'informatica e il diritto