Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Le illusioni non si creano sul palco, ma dentro il cervello" - David Copperfield, illusionista


Karasmamedia

Perche' Curare un Blog e' una Buona Pratica per gli Avvocati

Scritto da Kara Smith per KarasMedia.com che ringrazio per la cortese autorizzazione - traduzione Spataro
22.01.2009 - pag. 67307 print in pdf print on web

Download or Play, List or RSS:

C

Curare un blog e' una buona pratica per gli avvocati

Il Boston Business Journal  ha evidenziato le seguenti osservazioni la primavera del 2008 all'evento del New England Legal Marketing Association, con un intervento intitolato "come lavorare in una stanza nell'era digitale: social networks e studi legali". Questi suggerimenti per gli studi per curare i blog sono particolarmente pertinenti in questi giorni di sfide economiche e competitive.

 

  1. I blog sono una buona idea per gli avvocati. Specialmente se essi  hanno un pacchetto di riflessioni in una forma compatta e facilmente  leggibile, in modo che possa mettere buona luce sulla reputazione  dello studio e attrarre reporters in cerca di esperti come fonte dei  loro scritti
  2. A meno che un avvocato non abbia una attitudine allo stile di scrittura colloquiale che e' la base di un blog popolare, "ogni tipo  di area e ogni studio legale puo' beneficiare dal curare un blog"
  3. Gli avvocati dovrebbero diventare familiari degli strumenti social come LinkedIn, Legal On Ramp, YouTube and Facebook.
  4. Ci sono 2000 blog legali oggi (negli USA ndr), e ogni giorno sono creati 4 nuovi blog.

Il 75% dei reporter cerca blog per trovare esperti per gli articoli, cosa che in cambio permette allo studio una profittevole notorietà.

Gli studio legali sono oggi parte dei media. Se non si mettono informazioni nel mondo dei media, la' dove chi influenza puo' vederli, non solo ci si perde qualcosa, ma i tuoi clienti potenziali e i giornalisti ti trascureranno.

Blogging Is Good For Lawyers

 


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto