Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


Le basi operative del GDPR

Valutazione: 4.55 su 5

adv IusOnDemand

Finanziaria 2009

Testo del maxiemendamento della Finanziaria 2009: trovato !

Se lo chiedono anche i parlamentari
22.07.2008 - pag. 61082 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

U

Ulteriore aggiornamento:

su Cittadinolex.it e' disponibile il maxiemendamento in formato testo. Ma attenzione: e' stato a sua volta ulteriormente corretto. Leggete con il tag Finanziaria 2009 le novità su Civile.it
Meglio attendere il testo che verrà inviato al Senato per l'approvazione.

Aggiornamento: riportiamo lo stenografico della Camera con i link:

"PRESIDENTE. L'ordine del giorno reca il seguito della discussione del disegno di legge: Conversione in legge del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria.
Ricordo che nella seduta del 18 luglio scorso il Governo ha posto la questione di fiducia sull'approvazione, senza subemendamenti e articoli aggiuntivi, dell'emendamento Dis.1.1 del Governo (vedi l'allegato A della seduta del 18 luglio 2008 - A.C. 1386) interamente sostitutivo dell'articolo unico del disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 112 del 2008 (Per le modificazioni apportate dalla Commissione e per le proposte emendative riferite agli articoli del decreto-legge nel testo recante le modificazioni apportate dalla Commissione vedi l'allegato A della seduta del 18 luglio 2008 - A.C. 1386)."

Pero' non e' ancora stato copiato in testo: e' rimasto il testo scannerizzato.

^ Qui, in fondo, lo trovate, come immagini

Continua il testo che avevamo segnalato il 21.7.2008

Un po' di difficoltà a spiegare cosa devono votare, visto che si parla di migliaia di emendamenti e il testo ancora non si trova.

Al link indicato maggiori informazioni.

DISCUSSIONE SULLE LINEE GENERALI DEL DISEGNO DI LEGGE DI CONVERSIONE N. 1386-A

GIOVANNI SANGA. Signor Presidente, le vicende politiche e parlamentari che hanno accompagnato la conversione di questo decreto presentano elementi di incredulità e di stranezza. Ci sembra di aver assistito a due diversi film.

Il primo vede scorrere i seguenti fatti: la presentazione alla stampa e all'opinione pubblica del Paese del decreto in questione, con l'annuncio dei tempi risicati di discussione ed approvazione in Consiglio dei ministri;

in nove minuti e mezzo la manovra economica, che blinda per un triennio il bilancio dello Stato, viene approvata;

l'annuncio che questa manovra approvata dal Consiglio dei ministri sarà risolutiva dei problemi italiani;

le dichiarazioni fatte in alcune aule di Commissione circa la genialità degli ispiratori, degli estensori, dei protagonisti della nostra politica economica;

gli stessi interventi dei relatori nell'ambito della discussione in Commissione, quasi sempre interventi puntuali e circostanziati per illustrare i contenuti del decreto approvato.


Poi vi è un secondo film, con altre riprese, meno confortanti e meno rassicuranti.

Anzitutto, la difficoltà a reperire il testo approvato, difficoltà che anche per noi parlamentari si protrae per diversi giorni: dove sono materialmente i contenuti?

Poi l'intervento del presidente della Commissione finanze della Camera, onorevole Gianfranco Conte, che annuncia un emendamento soppressivo della cosiddetta Robin tax, uno dei pilastri della manovra;

successivamente, la smentita del presidente Conte e l'annuncio di una revisione, con i rischi di mancata copertura;

ancora, i circa duemila emendamenti, la stragrande maggioranza - quasi millecinquecento - della maggioranza parlamentare;

poi i contrasti sulla questione del «piano casa» tra il sottosegretario per lo sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture;

inoltre, l'intervento dell'Autorità per l'energia, i timori sull'incremento dei prezzi e delle tariffe per l'introduzione della Robin tax;

infine, la preoccupazione del Governatore della Banca d'Italia Draghi in merito alla possibilità che le banche riversino sui clienti gli oneri della Robin tax.

...

 


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Un paese che non premia e' un paese che non sa punire" - Walter Passerini




innovare l'informatica e il diritto