Segui via: Newsletter - Telegram
 
"Anche se si stabilisse per tutti una proprieta' giusta, non se ne trarrebbe alcun vantaggio: in realta' si devono equilibrare i desideri piu' che le sostanze ... equilibrio tra possesso e educazione" - Aristotele in Politica


Procedura civile

ALERT: stato della giurisprudenza sulla Formulazione del quesito di diritto ai sensi del nuovo art. 366 bis cod. proc. civ.

Impugnazioni Civili - Cassazione (Ricorso per) - Motivi del ricorso - In genere – Photo courtesy of svilen001
16.07.2008 - pag. 61012 print in pdf print on web

Indice generato dai software di IusOnDemand
su studi di legal design e analisi testuali e statistiche

L

La Cassazione sta abituando alla diffusione gratuita di documenti di valore inestimabile.

Ringraziamo l'avv. Francesco Ruffino del Foro di Savona che ce l'ha segnalato.

Tanta preoccupazione crea l'art. 366 cpc, ed ecco l'analisi della giurisprudenza in materia.

Relazione n. 89 Roma, 2 luglio 2008

Oggetto: IMPUGNAZIONI CIVILI – CASSAZIONE (RICORSO PER) – MOTIVI DEL RICORSO – IN GENERE –

Formulazione del quesito di diritto per i vizi di cui ai nn. 1, 2, 3 e 4 dell’art. 360 cod. proc. civ. e della chiara indicazione del fatto controverso per il vizio di motivazione previsto dal n. 5 del cit. art. 360 in relazione al nuovo disposto dell’art. 366 bis cod. proc. civ. – Stato della giurisprudenza – Aggiornamento.

Ecco il sommario:

1.- La risposta della giurisprudenza della S.C. nel primo impatto applicativo dell’art. 366 bis cod. proc. civ.
2.- Ambito di applicazione dell’art. 366 bis. :
2.1.- I casi in cui è stato ritenuto applicabile.
2.2.- I casi in cui non è stato considerato applicabile.
2.3.- Il quesito di diritto con riferimento al ricorso per l’accertamento pregiudiziale sull’efficacia, validità ed interpretazione dei contratti e accordi collettivi ai sensi dell’art. 420 bis cod. proc. civ..
3.- Le modalità espositive del quesito di diritto:
a) In generale.
b) Con riferimento all’aspetto della sua collocazione nel ricorso.
c) Sulla necessità del collegamento del quesito con la specifica fattispecie.
d) Sul rapporto di biunivocità tra motivo e quesito.
4.- Il rilievo officioso dell’inammissibilità conseguente alla violazione dell’art. 366 bis.
5.- L’art. 366 bis in relazione al motivo di cui all’art. 360 n. 5 sui vizi della motivazione.
6.- ^ La tenuta costituzionale del nuovo art. 366 bis cod. proc. civ..


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Procedura civile - Indice:
1. Le altre modifiche al cpc in vigore da oggi della legge 26 novembre 2022, n. 206
2. Da oggi al via la nuova formulazione degli artt. 26 bis, 543 e 709 ter cpc in materia di esecuzione forzata
3. Cedu contro Cassazione: basta formalismi. Ma la decisione e' molto piu' articolata e richiede criteri gnoseologici diversi
4. Venerdì: Nullità delle fideiussioni e strategie processuali - 28 Maggio 2021
5. Avv. A. Foggia: Nullita' clausole ABI e Modello di opposizione a D.I. fideiussore
6. I Vademecum dei Tribunali e Corti superiori dalle fonti ufficiali
7. Processo civile: lentamente, eppur qualcosa si muove
8. La banca dati dei protocolli di Tribunali, Corti di Appello, Cassazione
9. ADESIONI IN CORSO per udienze in remoto nel processo civile
10. Come tenere una udienza con Teams di Microsoft, il processo si fa telematico


Store:

    








innovare l'informatica e il diritto