Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Sarebbe facile - E' che per farlo sai - Prima di tutto dovrei - Dovrei decidere se - So fare senza di te" - Vasco - Come Vorrei


Gli adempimenti privacy per la tua attività
adv iusondemand

Studi di settore

Accertamento tributario – Studi di settore – Profili di legittimità

Articolo di M. Spataro.
04.12.2006 - pag. 60776 print in pdf print on web

"

"

Gli studi di settore rappresentano l’ultimo step di un percorso legislativo iniziato dopo pochi anni dall’entrata in vigore della riforma tributaria del 1971/1973, vista la crisi irreversibile in cui era entrata e le grosse sacche d’evasione che in conseguenza di essa si erano determinate, soprattutto tra i contribuenti medio-piccoli.

Il fine della riforma tributaria, vale a dire chiudere definitivamente con il passato, eliminare ogni possibilità di tassazione di redditi medio-normali ed ancorare il prelievo tributario delle imprese e degli esercenti arti e professioni al reddito così come desunto dalle scritture contabili[1], non aveva tenuto in conto della diversità esistenti all’interno delle categorie di contribuenti tra soggetti di medio-grandi dimensioni, cui si addice strutturalmente una tassazione basata sul bilancio, e soggetti di ridotte dimensioni portati, invece, ad occultare i ricavi ed i compensi percepiti.

Gli interventi legislativi che si sono succeduti in questi ultimi trent’anni (coefficienti presuntivi di congruità e presuntivi di reddito, contributo diretto lavorativo, c.d. minimum tax, e parametri) hanno avuto come obiettivo quello di superare le risultanze contabili di tali soggetti, viste le gravi difficoltà incontrate da parte dell’Amministrazione finanziaria di smentirle con prove specifiche di evasione, non consentendo il sistema dell’accertamento, frutto della riforma tributaria, di poterlo fare con argomentazioni basate sulle caratteristiche generali dell’attività svolta quali il numero di dipendenti, la quantità di beni strumentali l’ammontare degli acquisti, ecc… .

Si è passati quindi, dall’affermazione di un criterio di assoluta prevalenza dell’accertamento analitico, alla accettazione di una generalizzata determinazione della capacità contributiva su parametri coefficentati ed in genere su base indiziaria, decretando il fallimento della riforma degli anni settanta[2].”

Continua qui.

04.12.2006

Franco Ionadi

Fisco oggi

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Studi di settore - Indice:
1. Accertamento – Fondato su coefficienti presuntivi – Congruità del reddito rispetto agli studi di settore – Infondatezza della rettifica.
2. Cassazione Sez. Tributaria n. 27545 ord del 19.12.2011: Studi di settore e mancate contestazioni
3. Accertamento – Fondato esclusivamente sugli studi di settore – Illegittimità
4. Speciale manovre economiche 2011
5. Accertamento - Studi di settore - Denunciata incompatibilità con la normativa UE
6. Contenzioso tributario – Sentenza d’appello - Omessa motivazione sulle censure del contribuente – Nullità
7. Accertamento – In base a parametri – Presunzioni semplici – Contestazioni del contribuente – Fattispecie
8. Accertamento – Studi di settore – Attività di abbigliamento al dettaglio - Rilevanza dei saldi di fine stagione
9. Accertamento – Studi di settore – Presunzioni semplici – Allegazione di specifiche contestazioni – Fattispecie
10. Studi di settore: Cassazione civile sez.V trib., sentenza 7 settembre 2010, n. 19136



eventi sponsorizzati:


Store:

    





"La scienza è il capitano, e la pratica sono i soldati." - Leonardo da Vinci

Visita lo Store On Demand


Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store