Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Un pianoforte e' di per se' un mobile come tutti gli altri, ma diventa cio' per cui e' stato creato solamente nel momento in cui viene suonato da qualcuno rendendolo vivo" - Edith Stein, Wikipedia


La prova del sorpasso pericoloso
adv IusOnDemand

Contenzioso

Contenzioso tributario - Cessata materia del contendere e compensazione delle spese di lite - Illegittimità costituzionale

Sentenza Corte Costituzionale 12.7.2005 n. 274
07.09.2005 - pag. 60659 print in pdf print on web

E

E' costituzionalmente illegittimo l’art. 46, comma 3, del decreto legislativo 31 dicembre 1992, n. 546 (Disposizioni sul processo tributario in attuazione della delega al Governo contenuta nell’art. 30 della legge 30 dicembre 1991, n. 413), nella parte in cui, anche in riferimento alle ipotesi di cessazione della materia del contendere diverse dai casi di definizione delle pendenze tributarie previsti dalla legge, esclude la facoltà del giudice di pronunciarsi sulla condanna alle spese di lite.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Contenzioso - Indice:
1. Grosseto: il contenzioso bancario, Tutela e Questioni controverse - con l'avv. Alberto Foggia
2. A Catanzaro, il contenzioso bancario
3. A Pisa: il contenzioso bancario
4. Rapporto sul numero e costo del contenzioso assicurativo in Italia fino al 2017
5. Milano, il contenzioso sul credito bancario
6. Contenzioso tributario – Atti impugnabili – Estratto di ruolo – Contrasto di orientamenti della Suprema Corte – Opportunità della verifica della rimessione alle Sezioni Unite.
7. Contenzioso tributario – Atti impugnabili – Estratto di ruolo – Autonoma impugnabilità – Esclusione
8. Contenzioso tributario – Atti impugnabili – Estratto di ruolo – Natura – Impugnabilità
9. Contenzioso – Impugnazione proposta contro società cancellata - Improponibilità
10. Contenzioso tributario - Atti impugnabili - Estratti di ruolo: quando la Cassazione è ...sbadata


Store:

    





"In tutta l'Europa quando hai un documento, il permesso di soggiorno, puoi avere un contratto di lavoro, una casa in affitto e andare a scuola. Perche' in Italia no?" - migrante in baraccopoli




innovare l'informatica e il diritto