Segui via: Newsletter - Telegram
 
"per ciascuno di noi non c’è nulla di più bello di un nuovo inizio che rimette in pista, che rimette in positivo, che rimette in corsa" - Mattarella a Exodus


Politica

Le basi giuridiche della rappresentanza politica

Il lavoro tratta l’istituto moderno-occidenale della rappresentanza politica.
23.05.2008 - pag. 51926 print in pdf print on web

I

I primi due capitoli tracciano un quadro sintetico delle principali caratteristiche dell’istituto e ne evidenziano i profili critici, suggerendo l’istituzione di un mandato costituzionale di rappresentanza politica, che metterebbe in concorrenza i partiti politici, oltre che sui programmi elettorali, anche sulle conseguenze della mancata realizzazione degli stessi, e, a tale fine e quanto all'ordinamento giuridico italiano, proponendo una riforma dell’articolo 67 della Costituzione.

Il terzo capitolo è dedicato a una rapida scorsa delle conclusioni alle quali è pervenuta la dottrina sulla storia della rappresentanza politica vigente nelle democrazie moderne e occidentali.

Un testo originale che apre ad argomentazioni nuove. Da leggere.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    








innovare l'informatica e il diritto