Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Le regole sono espressione di ideologie" - G. Tremonti


Modello di atto di citazione - usura da mutuo bancario

Avv. Alberto Foggia - curatore dell'osservatorio di proc. civ.

adv iusondemand

Indulto

circolari emanate nell’ottica di “differire” la celebrazione dei processi le cui eventuali condanne sarebbero soggette ad indulto.

L'ordine cronologico perso per strada
08.02.2007 - pag. 40046 print in pdf print on web

L

La Rottamazione dei Processi - un documento della Camera Penale di Bologna
06/02/2007
La Camera Penale di Bologna interviene sulle circolari emanate nell’ottica di “differire” la celebrazione dei processi le cui eventuali condanne sarebbero soggette ad indulto.

Riportiamo di seguito il testo completo del documento.

La Camera Penale di Bologna “Franco Bricola”

preso atto,

- che la Procura della Repubblica di Torino, il Presidente della Corte d’Appello di Bari ed il Presidente della Sez. Penale del Tribunale di Modena, hanno emanato formali “circolari” che, nell’ottica di “differire” la celebrazione dei processi le cui eventuali condanne sarebbero soggette ad indulto, hanno (nel caso di Modena) esplicitamente disposto “che i giudici ……..nella formazione dei calendari……..diano priorità ai processi relativi a reati per i quali non è possibile…..applicare l’indulto……nonché a quelli per i quali sia stato prestato il consenso all’utilizzabilità degli atti”, invitando nel contempo “a prestare il consenso all’acquisizione e utilizzabilità di atti d’indagine e documenti contenuti nel fascicolo del pubblico Ministero e rinunciare ai mezzi di prova già ammessi”;
- che sta prendendo corpo presso moltissimi Tribunali, anche in assenza di provvedimenti formali, la prassi di pretermettere i procedimenti nei quali, in caso di condanna, potrebbe applicarsi l’indulto;

OSSERVA

- L’opportunità, più volte sottolineata anche dall’avvocatura, di un provvedimento di amnistia che accompagni il recente indulto, non legittima la magistratura a supplire a quelle scelte che il legislatore non compie, forse per incapacità di assumersene la responsabilità politica.
- Una valutazione di “inutilità” dei procedimenti che potrebbero concludersi con la condanna a pene condonabili sottende una concezione della funzione del processo e della stessa giurisdizione incompatibile con i valori costituzionali.
Se il processo fosse utile soltanto quando determina come diretta conseguenza la detenzione del condannato, perderebbero di significato tutti i processi che si concludono con la sospensione condizionale della pena, tutte le pene accessorie (che l’indulto non fa venir meno) ed ogni altra conseguenza dissuasiva e preventiva del processo (lo stesso indulto è revocabile). Verrebbero, inoltre, irrimediabilmente lesi i diritti delle persone offese costituite parti civili, nonché le aspettative delle vittime dei reati, per le quali il processo penale rappresenta un diritto ineludibile anche quando non si concluda con la detenzione del condannato.
Se i magistrati dovessero ritenere inutile il loro lavoro tutte le volte che non ne consegue la carcerazione del condannato, saremmo di fronte ad una idea della funzione del processo e della pena (meramente afflittiva) francamente sconcertante, retriva e sganciata dai principi costituzionali.


Ordine cronologico perso per insufficienza dei mezzi
- Noi riteniamo che il sistematico e addirittura rivendicato (da una parte della magistratura) esercizio facoltativo dell’azione penale (che non viene certo meno solo per l’uso di termini quali “ritenere non prioritari”, piuttosto che “non celebrare”), implichi l’esercizio di delicate scelte di politica criminale, che una magistratura autonoma e indipendente dagli altri poteri dello stato non può e non deve compiere.
- Difendiamo strenuamente, quali valori irrinunciabili, l’autonomia e l’indipendenza della magistratura, tuttavia in un sistema democratico questi sono valori soltanto se e fino a quando la separazione dei poteri viga per tutti i poteri. Un P.M. che operi scelte di politica criminale, provocando la depenalizzazione di fatto di reati che il legislatore non depenalizza, nè fa oggetto di amnistia, non può essere al tempo stesso politicamente irresponsabile, in qualunque sistema democratico.

INVITA

- il governo, le forze politiche e parlamentari a farsi carico delle proprie rispettive competenze, rinunciando a conferire deleghe improprie, anche se politicamente comode, che finiscono con il sovraesporre la magistratura, attribuendole supplenze costituzionalmente illegittime;
- i magistrati a celebrare tutti i processi, rispettando l’unico criterio consentito, cioè quello della priorità cronologica, sottraendosi a qualunque sconfinamento in scelte di politica criminale che nulla hanno a che fare con l’esercizio libero ed indipendente della giurisdizione;
- gli avvocati a vigilare sul rispetto del diritto al processo di imputati e parti lese; ad un processo giusto, perché celebrato nel rispetto delle regole.

ADERISCE

allo stato di agitazione indetto dall’Unione delle Camere Penali Italiane, impegnandosi a promuovere il più ampio confronto tra tutti gli operatori di giustizia ed i cittadini – utenti, per contrastare ogni fenomeno di arbitraria, denegata giustizia.

Per il Direttivo della Camera Penale di Bologna
Il Presidente
Avv. Franco Oliva

08.02.2007

Spataro

Unione camere penali
Link: http://www.camerepenali.it/NewsDetail.aspx?idNews=

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Indulto - Indice:
1. Napolitano: estinguere la pena e reinserimento degli scarcerati
2. Sindaci insieme ai prefetti abbiano piu' poteri sanzionatori
3. Giustizia: no alla cultura della rottamazione
4. L' indulto è in Gazzetta
5. Testo sull'indulto
6. Comunicato del CSM: Effetti dell'indulto
7. Il CSM: il 90% delle sentenze saranno vanificate dall'indulto
8. L'Indulto e l'applicabilità da parte del Giudice della cognizione
9. Legge 31 luglio 2006, n. 241 - Concessione di indulto



eventi sponsorizzati:


Store:

    





Break in VIDEO: C'e' bisogno di zebra - Oblivion

Visita lo Store On Demand


Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store