Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 


Una cloud tutta europea. Esiste.

open source e federata

adv iusondemand

Milleproroghe

Comunicato stampa Consiglio dei Ministri n.37 del 22 dicembre 2005

Eccolo. Non si parla di privacy, dovremo aspettare il testo finale.
22.12.2005 - pag. 29259 print in pdf print on web

L

La Presidenza del Consiglio dei Ministri comunica:

il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, alle ore 9,25 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente, Silvio Berlusconi.

Segretario, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Gianni Letta.

In apertura dei lavori il Ministro dell'interno, Pisanu, ha presentato una informativa sulle prossime elezioni politiche ed amministrative, sulle quali il Consiglio si esprimerà nella riunione del 29 dicembre prossimo.

Il Consiglio ha successivamente approvato i seguenti provvedimenti:

su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, e del Ministro dell'interno, Pisanu:

- un decreto-legge per il finanziamento delle prossime Olimpiadi invernali di Torino ed il potenziamento degli strumenti tesi a favorire, anche in quell'occasione, il conseguimento di più efficaci obiettivi di sicurezza pubblica.;

su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, d'intesa con i Ministri competenti:

- un decreto-legge che differisce talune scadenze previste da disposizioni legislative; il decreto contiene, tra le altre, le seguenti proroghe:

- al 30 giugno 2006 l'affidamento alla Banca nazionale del lavoro della gestione finanziaria provvisoria del Fondo per le attività cinematografiche, al fine di evitare soluzione di continuità nell'erogazione dei finanziamenti e negative ripercussioni al settore ed all'indotto;

- al 31 dicembre 2006 la privatizzazione, trasformazione e fusione di alcuni enti pubblici; alla medesima data la disciplina per il funzionamento dell'Istituto per la storia del risorgimento italiano;

- al 30 giugno 2006 l'adeguamento, da parte delle imprese turistico-ricettive che abbiano presentato richiesta di nulla osta entro il 30 novembre 2004, alle prescrizioni antincendio;

- per tutto l'anno scolastico 2006-2007 la possibilità di iscrivere alla scuola dell'infanzia bambini e bambine che compiono tre anni entro il 28 febbraio; - al 30 giugno 2006 l'utilizzazione di personale nel programma Socrates da parte dell'INDIRE;

- al 30 aprile 2006 l'integrazione della documentazione prevista dalla normativa sul condono edilizio ad integrazione della domanda di definizione dell'illecito,in considerazione dei ritardi nell'aggiornamento di taluni catasti regionali;

- al 30 aprile 2007 la permanenza in carica, nella attuale composizione, del Consiglio nazionale degli studenti universitari;

- al 30 giugno 2006 l'obbligo di equipaggiare con strisce retroriflettenti autoveicoli, rimorchi e semirimorchi già in circolazione e adibiti al trasporto di cose o classificati per uso speciale (massa superiore a 3,5 t); al 1° gennaio 2007 l'obbligo per i medesimi veicoli di nuova immatricolazione (ma con massa superiore a 7,5 t) di dotarsi di dispositivi di nebulizzazione dell'acqua in caso di pioggia;

- entro l'anno 2008 la completa conversione del sistema televisivo su frequenze terrestri dalla tecnica analogica alla tecnica digitale, in sintonia con indirizzi europei in materia;

- al 31 dicembre 2006 la possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità dei lavoratori licenziati da imprese che occupano anche meno di quindici dipendenti - al 30 aprile 2006 la permanenza in carica del Consiglio universitario nazionale;

- al 28 febbraio 2006 l'adeguamento degli impianti di incenerimento e coincenerimento esistenti alle nuove prescrizioni previste dall'Unione europea;

- al 31 dicembre 2006 le procedure di trasformazione e fusione di enti pubblici, finalizzate a ridurre la spesa e a migliorare efficienza e qualità dei servizi;

- E' prevista anche una proroga, in coerenza con la decisione della Commissione europea, della determinazione delle modalità di applicazione del credito d'imposta per giovani imprenditori agricoli;

su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, e del Ministro per gli affari regionali, La Loggia:

- uno schema di decreto legislativo di ricognizione dei principi fondamentali in materia di governo del territorio che nella riforma del Titolo V della Costituzione è ripartita fra Stato e Regioni e riguarda una pluralità di aspetti dell'amministrazione pubblica caratterizzati in generale dall'identificazione degli interessi che regolano l'uso del territorio e la localizzazione di impianti ed attività, con esclusione di quei settori direttamente previsti dalla Costituzione come materie a se stanti; rientrano nell'ambito del provvedimento le materie urbanistica, edilizia , difesa del suolo. Lo schema, predisposto in attuazione della delega conferita al Governo ad adeguare l'ordinamento dello Stato alla citata riforma costituzionale del 2001 (legge n.131 del 2003), riceverà un primo parere della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari competenti;

su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, e del Ministro della giustizia, Castelli:

- un decreto legislativo che dà attuazione alla delega conferita al Governo a modificare il codice di procedura civile in materia di processo di cassazione, nonché a razionalizzare la disciplina dell'istituto dell'arbitrato. Quanto al primo aspetto della delega l'intervento normativo del Governo attua il recupero e la valorizzazione della tradizionale funzione di assicurare l'esatta osservanza ed uniforme interpretazione della legge e di garantire l'unità del diritto oggettivo nazionale (nomofilachia) che l'ordinamento giudiziario attribuisce alla Corte di cassazione; si tratta di un obiettivo che riveste particolare rilevanza in sistemi giuridici come il nostro ( fino ad oggi non vincolati al “precedente”) in quanto tende a garantire e consentire al supremo Collegio lo svolgimento della funzione di orientamento della giurisprudenza di merito, in attuazione di uno dei principi della delega legislativa che prevede, tra l'altro, il “vincolo delle sezioni semplici al precedente delle sezioni unite” (con possibilità di discostarsene con ordinanza motivata), in coerenza con il principio costituzionale dell'uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Per quanto invece attiene al secondo aspetto della delega, il Governo realizza con questo provvedimento una riforma complessiva dell'intera disciplina dell'arbitrato. Il provvedimento ha ricevuto il parere dell'Assemblea generale della Corte di cassazione e quello delle Commissioni parlamentari;

su proposta del Ministro della giustizia, Castelli e del Ministro dell'economia e delle finanze Tremonti:

- un decreto legislativo che attua la delega conferita al Governo a riformare l'istituto del fallimento e le procedure connesse. Il provvedimento incide su ampie parti della disciplina contenuta nel regio decreto n.267 del 1942 (disciplina del fallimento, del concordato preventivo,dell'amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa) innovandole significativamente ed abrogandone diverse parti (ad esempio l'intera disciplina dell'amministrazione controllata) secondo criteri improntati, tra l'altro, all'estensione dei soggetti esonerati dall'applicabilità dell'istituto del fallimento, all'accelerazione delle procedure applicabili alle controversie relative, alla valorizzazione del ruolo e dei poteri del curatore fallimentare e del comitato dei creditori, al ridimensionamento di quelli del giudice delegato; viene introdotta ex novo la disciplina dell'esdebitazione, cioè la liberazione del debitore dai debiti residui nei confronti dei creditori in taluni casi di buona condotta. Il decreto ha ricevuto il parere favorevole delle Commissioni parlamentari;

su proposta del Ministro della giustizia, Castelli:

- quattro decreti legislativi di attuazione di deleghe contenute nella legge n.150 del 2005 ( riforma dell'ordinamento giudiziario), che prevedono:

1) l'istituzione della Scuola superiore della magistratura e la razionalizzazione della normativa riguardante il tirocinio e la formazione degli uditori giudiziari, l'aggiornamento professionale e la formazione dei magistrati;

2) la disciplina del conferimento, sulla base delle ordinarie vacanze di organico, degli incarichi direttivi giudicanti e requirenti di legittimità, nonché degli incarichi direttivi giudicanti e requirenti di primo e secondo grado;

3) la modifica dell'organico della Corte di cassazione e la disciplina relativa ai magistrati applicati;

4) la disciplina della composizione, delle competenze e della durata in carica dei consigli giudiziari e l'istituzione del Consiglio direttivo della Corte di cassazione, con poteri consultivi, di proposta, di vigilanza, nonché in materia di stato giuridico ed economico dei magistrati;

sui decreti legislativi è stato acquisito il parere favorevole delle Commissioni parlamentari;

su proposta del Ministro degli affari esteri, Fini:

- un disegno di legge per il riordino della disciplina in materia di indennizzi a cittadini italiani che abbiano perduto beni e diritti nei territori della ex-Jugoslavia già soggetti alla sovranità italiana;

- un disegno di legge per la ratifica e l'esecuzione dell'Accordo fra l'Italia ed Israele in materia di cooperazione nel settore della sicurezza delle reti;

su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Lunardi:

- uno schema di decreto legislativo che recepisce gli indirizzi dell'apposita commissione di studio incaricata di correggere ed integrare la nuova parte aeronautica del codice della navigazione sia per adeguare ulteriormente talune parti della normativa del settore della navigazione aerea alle più recenti indicazioni comunitarie, sia per aggiornare la disciplina vigente in materia, tra l'altro, di concessione di gestione aeroportuale, sicurezza e assistenza, definizione di aeromobili, noleggio, utilizzazione e comodato, responsabilità verso terzi; sul provvedimento verranno acquisiti i pareri della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari;

su proposta del Ministro delle attività produttive, Scajola:

- uno schema di decreto legislativo di attuazione della delega conferita al Governo dalla legge n.239 del 2004 per di riordino delle norme relative all'installazione e all'esercizio degli impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL, nonché all'esercizio dell'attività di distribuzione e vendita di GPL in recipienti, sul quale verrà acquisito il parere della Conferenza Stato-Regioni;

su proposta del Ministro per le politiche comunitarie,La Malfa, e del Ministro della salute, Storace:

- uno schema di decreto legislativo per l' attuazione della direttiva 2003/99 che prevede misure di sorveglianza sulle zoonosi (malattie degli animali trasmissibili all'uomo) e sugli agenti zoonotici e garantisce un'adeguata indagine epidemiologica dei focolai di tossinfezione alimentare; sul provvedimento verranno acquisiti i pareri della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari;

su proposta del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca,Moratti:

- uno schema di regolamento per la disciplina degli esami di Stato per l'accesso alle professioni di dottore agronomo e dottore forestale, agrotecnico ed agrotecnico laureato, architetto, pianificatore paesaggista e conservatore, assistente sociale, attuario, biologo,chimico,consulente del lavoro, farmacista, geologo, geometra e geometra laureato, giornalista, ingegnere, perito agrario e perito agrario laureato, perito industriale e perito industriale laureato, psicologo, tecnologo alimentare e veterinario, nonché per l'abilitazione nelle discipline statistiche; sul provvedimento verrà acquisito il parere del Consiglio di Stato.

Il Consiglio ha approvato una disposizione che consente di non applicare ai tossicodipendenti plurirecidivi le previsioni introdotte dalla legge n.251 del 2005, relative alla sospensione dei benefici penitenziari ai condannati.

L'esame del decreto-legge per l'attuazione urgente della direttiva 1998/44/CE in materia di biotecnologie è stato rinviato alla prossima seduta.

Il Consiglio ha successivamente autorizzato il Ministro per la funzione pubblica ad esprimere l'assenso del Governo sui seguenti Atti:

1) Ipotesi di contratto collettivo nazionale per il personale del comparto delle Istituzioni di alta formazione e specializzazione artistica e musicale (biennio economico 2004-2005):

2) Atto di indirizzo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale del personale non docente del comparto Università (biennio economico 2004-2005);

Il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca è stato poi autorizzato ad assumere la seconda tranche (3077 unità) di insegnanti di religione cattolica prevista nell'ambito della programmazione triennale delle assunzioni effettuata dal Ministero. Il Consiglio ha contestualmente approvato gli obiettivi specifici di apprendimento per l'insegnamento della religione cattolica negli istituti statali e paritari del secondo ciclo, a seguito dell'Intesa intervenuta fra il Ministero e la Conferenza episcopale italiana.

Il Consiglio ha poi dichiarato lo stato di emergenza nel territorio del comune di Frassinoro (Modena), colpito da grave dissesto idrogeologico. Sono stati altresì prorogati stati di emergenza già dichiarati nei territori dei comuni di Venezia (in relazione al traffico acqueo lagunare), Mestre (in relazione a problemi di traffico e mobilità), Salerno, Avellino e Caserta (per eventi alluvionali), Catania (in relazione all'eruzione dell'Etna), nonché nelle regioni Emilia-Romagna, per eventi atmosferici, e Campania, per la bonifica di suoli.

E' stato altresì deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di San Tammaro (Caserta), Melito di Napoli e Pozzuoli (Napoli), Terme Vigliatore (Messina), dove sono state accertate forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata.

Il Consiglio, successivamente, ha adottato le seguenti deliberazioni:

su proposta del Presidente del Consiglio:

- nomina a Presidente della Commissione di coordinamento per la regione Valle d'Aosta del prefetto dott. Antonio DE BONIS;

- nomina a Commissario ed a Vice Commissario dello Stato per la Regione siciliana, rispettivamente, dei prefetti dott. Alberto DI PACE e dott.ssa Caterina STRANO;

- nomina a Rappresentante del Governo per la regione Sardegna del prefetto dott. Dino MAZZORANA;

su proposta del Ministro dell'interno:

- nomina e movimento di prefetti (v.allegato);

- nomina a dirigente generale di P.S. ’ livello B dei dottori Giuseppe MADDALENA (Direzione interregionale di Torino) e Giuseppe PASTENA (Direzione interregionale di Catania), nonché a dirigente generale medico di P.S. ’ livello B del prof. Giuseppe MANTINEO;

su proposta del Ministro degli affari esteri:

- conferma del dirigente di 1^ fascia, dott.ssa Rita DI GIOVANNI nelle funzioni di direttore generale per gli affari amministrativi, di bilancio e patrimonio;

su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze:

- nomina a presidenti di sezione della Commissione tributaria centrale dei consiglieri di Stato dott. Stefano BACCARINI e prof. Bartolomeo PERRICONE;

- nomina a componenti della Commissione tributaria centrale del presidente di sezione della Corte dei conti dott. Antonio DE FEO, del consigliere di Stato dott.ssa Anna LEONI e del presidente di sezione TAR dott. Aldo RAVALLI;

su proposta del Ministro della giustizia:

- nomina del dirigente superiore dott. Tommaso CONTESTABILE a dirigente generale nel ruolo dell'Amministrazione penitenziaria;

su proposta del Ministro della difesa:

- conferma dell'ing. Giovanni SCERCH nell'incarico di Direttore generale dell'Agenzia industrie difesa;

- conferimento della carica di Comandante del Dipartimento militare marittimo dell'Alto Tirreno all'Ammiraglio di squadra Giuseppe LERTORA.

Il Consiglio, infine, su proposta del Ministro degli affari regionali, La Loggia, ha esaminato talune leggi regionali a norma dell'art.127 della Costituzione.

La seduta ha avuto termine alle ore 12.30.

22.12.2005

Spataro

Governo.it

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:





Milleproroghe - Indice:
1. Anatocismo e prescrizione dalla scrittura: profili di incostituzionalita'
2. Milleproroghe: mediazione per condominio e circolazione stradale rinviata
3. Milleproroghe: nessun rischio per la prescrizione nell'annullamento della clausola anatocistica
4. Cassazione: prescrizione dalla chiusura del conto corrente. Milleproroghe: dall'annotazione
5. Mediazione e milleproroghe: nessun rinvio se non approvato entro domenica
6. Mediazione: rinvio di un anno solo per condominio e sinistri
7. Milleproroghe: indice degli argomenti
8. Riforma e Notifiche nulle: i primi casi
9. Imperdibile: Relazione della Cassazione sul milleproroghe 2008
10. Acquisto di immobili e fallimento del venditore: nuove tutele nella milleproroghe



eventi sponsorizzati:


Store:

    





VIDEO: "Tu non sai cos'è il rispetto se non senti il dolore." - Alexia

Visita lo Store On Demand


Internet Law - Procedura - Sportivo - Consulenze - Store