Civile.it Civile.it
  comunicati@civile.it
 
"Per acquistare un crescente e duraturo rispetto in societa', e' una buona cosa, se possiedi un grande talento, di dare, presto nella tua giovinezza, un bel calcio al garretto destro della societa' che ami. Dopo questo, sii uno snob." - Salvador Dali'


La prova del sorpasso pericoloso
adv IusOnDemand

Fallimentare

La bozza della riforma dei fallimenti e del diritto fallimentare

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE CONCERNENTE LA RIFORMA ORGANICA DELLA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE CONCORSUALI IN ATTUAZIONE DELL’ARTICOLO 1, COMMI 5 e 6, DELLA LEGGE 14 MAGGIO 2005, N. 80.
11.07.2005 - pag. 28823 print in pdf print on web

I

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76 e 87, quinto comma, della Costituzione; Visto l’articolo 1, commi 5 e 6 della legge 14 maggio 2005, n. 80, recante delega al Governo per la riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali; Visto il regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, recante la disciplina del fallimento, del concordato preventivo, dell’amministrazione controllata e della liquidazione coatta amministrativa; Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del ……………; Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica; Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del ………..; Sulla proposta del Ministro della giustizia e del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro delle attività produttive;

EMANA il seguente decreto legislativo

ART. 1 (Modifiche all’articolo 1 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267) 1. L’articolo 1 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 sono apportate le seguenti modificazioni: a) nella rubrica, le parole: “e alla amministrazione controllata” sono soppresse; b) al primo comma, le parole: “e sull’amministrazione controllata” sono soppresse; c) il secondo comma è sostituito dal seguente: “Ai fini del primo comma sono piccoli imprenditori le società artigiane nonché gli imprenditori esercenti le attività previste dall'articolo 2195 del codice civile nella cui azienda risulta essere stato investito capitale per non più di trecentomila euro; tale limite è rivalutato con decreto del Ministro della giustizia di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze ogni cinque anni sulla base degli indici elaborati dall’Istat.”.

ART. 2 (Modifiche all’articolo 3 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 ) 1. All’articolo 3 del regio decreto n. 267 del 1942 sono apportate le seguenti modificazioni: a) nella rubrica, le parole: “e amministrazione controllata” sono soppresse; al primo comma le parole: “ e di amministrazione controllata” sono soppresse; b)il secondo comma è soppresso.

ART. 3 (Modifiche all’articolo 4 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 ) 1. L’articolo 4 del regio decreto n. 267 del 1942 è sostituito dal seguente: “ 4. (Adempimenti pubblicitari e comunicazioni). Per ogni procedura concorsuale è aperta sul sito internet del tribunale una pagina web nella quale sono forniti informazioni e dati relativi alla procedura. Tutti gli adempimenti pubblicitari previsti dalla legge devono avvenire con la pubblicazione per estratto nel registro delle imprese e sulla predetta pagina web, con efficacia decorrente dalla iscrizione sul registro delle imprese. Le comunicazioni previste nella presente legge, se riguardanti soggetti che hanno eletto domicilio, anche in forma telematica, possono avvenire con ogni mezzo che consenta l’attestazione del ricevimento, ivi compreso l’invio per posta elettronica; in tale ultimo caso il documento informatico trasmesso per via telematica si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all’indirizzo elettronico da questi dichiarato nella casella di posta elettronica del destinatario messa a disposizione dal gestore. Le modalità per l’apertura del sito Internet presso i tribunali sono determinate con decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze”.

Segue il testo sul sito de www.ilSole24ore.it/norme in formato .doc o in formato html al link qui proposto.


Condividi su Facebook

Segui le novità di Civile.it via Telegram oppure via email: (gratis Info privacy)

Tags:






Store:

    





"Nessuno puo' vietare a un barcone di attraccare. La convenzione di Ginevra del 1951 sui rifugiati prevede il diritto al non respingimento, chi chiede asilo ha diritto che la sua posizione venga vagliata con serieta'" - Armando Spataro




innovare l'informatica e il diritto