Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario    
             



Consulenza privacy e e-commerce



  






Dizionario 18.02.2021    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Algoretica: cosa significa - dizionario

Neologismo censito dalla Crusca


Valentino Spataro

 

"

"La nascita del termine algoretica è piuttosto recente e risale al 2018, con la pubblicazione del libro Oracoli. Tra algoretica e algocrazia di Paolo Benanti, frate francescano del Terzo Ordine Regolare e docente di Teologia morale e Bioetica alla Pontificia Università Gregoriana".

Fin qui la Crusca che ha deciso di accettare i neologismi descrivendo quantitativamente e qualitativamente la loro nascita. Interessante approccio.

^ Più che di un neologismo parlerei dell'invenzione di un nuovo prefisso: algo, contrazione di algoritmo.

Invece che usare algoritmico, come aggettivo, un pò aulico, si fa precedere il nome da "algo". Ecco algocrazia, algoetica, algometeo, algodocumento ...

Non so se questi altri usi prenderanno piede, ma algoetica è sicuramente molto interessante: l'etica e l'algoritmo.

^ Da giurista aborro ogni rinvio all'etica. Il diritto presuppone una composizione di interessi nel modo più efficace per una società, inclusa l'etica. Ma l'etica, da sola, è lo strumento ideale per rendere il diritto incerto e applicabile discrezionalmente. Da evitare sempre, altrimenti non avremmo nemmeno una legge fallimentare.

Cosa è l'etica negli algoritmi ? Se ne parla molto a proposito di intelligenza artificiale, invece che spiegare i meccanismi di funzionamento e migliorarli.

^ L'etica può descrivere degli effetti sulla società (il bias non viene ridotto caso per caso), e dovrebbe essere la base di soluzioni conversazionali per intervenire sul bias, sulla taratura e sulle motivazioni che l'intelligenza artificiale deve fornire per evitare che le analisi statistiche vengano viste come "oracoli" incromprensibili ma talmente plausibili da diventare veri, senza discuterli nemmeno.

L'algoetica viene definita come "lo studio dei rapporti tra etica e algoritmi" (ibidem). Una tecnica ? Una scienza ? No: uno studio.

^ Così sembra trattarsi di una branca dell'etica.

Credo che il termine, affascinante, sia fuorviante sia pur^ foriero di ottime riflessioni. Consente infatti di studiare gli effetti non economici sulla società di una scelta di un algoritmo.

Diciamolo chiaramente: ancora una volta mettere al centro l'algoritmo, che è una sequenza di comandi, è sbagliato: ^ sono i dati forniti all'algoritmo che producono effetti paradossali, se l'algoritmo è nato per altro: nella sua ipotesi di base e astratta un algoritmo raramente ha errori. Bisogna riportare centralità tra dati e codice, mentre il solo codice è l'algoritmo.

^ Arriverà un termine per indicare l'effetto di dati e codice sulla società tutta, sotto ogni profilo.

Attualmente il termine, disusato, è ^ responsabilità da prodotto (difettoso se causa danni).

La nozione di difettosità dipende dalle informative contrattuali e promozionali, sulla base dello ^ stato dell'arte.

Vedremo.

Comunque ottima intuizione.

18.02.2021 Valentino Spataro
accademiadellacrusca


Alfabetizzazioni informatica
Domicilio digitale
Trojan di Stato
User Experience
Hash rate
Minificare
Algoritmi comportamentali
GameStop
Quantum computing
Indicizzazione



Segui le novità in materia di Dizionario su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store









Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.03
Introdotte le statistiche di Google anonimizzate e temporaneamente