Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il glossario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Glossario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Vetriolo 29.06.2020    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Immuni: the show is going on e l'inutilità dei poteri alla protezione civile

Giornali: 4 milioni di download. L'azienda: pochi. I commenti: eccellente


Valentino Spataro

 

L

La app Immuniti tiene banco.

Come i milanesi in giro per l'Italia, identificati dall'uso della mascherina, mentre gli altri no.

Norma nazionale ? Si chiede qualcuno.

La app continua a mietere posizioni ideologiche. Tutto male, tutto bene, in fondo utile, in fondo non mi fido.

Sono diventato intollerante con gli estremisti: non reggo piu' chi ne parla solo male senza guardare gli aspetti positivi.

E' uno strumento sviluppato molto meglio di tante altre app, certamente migliorabile, ma non reggo chi non e' tecnico e non si legge ne' il codice ne' gli studi ministeriali di qualità eccelsa, non esagero.

Ora vediamo a pro e contro.

  • ^ Il GPS deve essere attivo anche se non usato
    Vero, e' un problema di GApple, e trovo folle che non si sia imposto ad entrambi di spiegare perche' e togliere il limite tecnico, anche perche' il gps attivo, per i fatti propri, fa altre cose. E parallalemente puo' acquisire informazioni.
    Nessuno ha preteso da Gapple posizioni ufficiali. Non e' bello
  • ^ La batteria si consuma rapidamente
    E' questo il prezzo per non avere notifiche tramite i s.o. (che hanno via parallela del tutto autonoma rispetto alla app).
  • ^ L'indice di rischio
    Il check in locale e' ottimo. Ma sull'indice di pericolo (la rischiosità ha piu' valori) e la descrizione dell'algoritmo all'utente finale, non si dice nulla. Visti i pochi contagi, mi aspetto che far girare forse una notifica di rischio al giorno potrebbe essere il risultato notevole oggi, il test sara' questo inverno.
    Ma cosi' abbiamo un alert che sembra non essere ben spiegato.
  • ^ Tamponi
    Sui tamponi ho gia' detto, e sono stati ampiamente ripreso anche da coloro che non reggono la mia franchezza. Un obbligo di isolamento domiciliare senza tamponi e risultati tempestive e' un colpo alla libertà personale non secondario. Sembra che le persone se ne rendano conto ma, consapevoli dell'anonimato, se ne possono fregare bellamente.
  • ^ Provincia  e open data
    L'indicazione per provincia, e non per focolaio, sembra uno dei veri limiti che la privacy impone alla app per ottimi motivi. Ma si deve pensare che sul territorio ci sono gia' enti pubbli che hanno i dati, ma restano gelosamente riservati. Cosi' nessuno crederà ai dati ufficiali, a partire dai sindaci che non sanno nemmeno sul territorio i dati. Follia.
  • ^ Cartella sanitaria
    Al momento questa e' una ipotesi approvato nell'accordo protezione civile e Blending Spoons. Il Garante spagnolo pero' ha vietato espressamente ogni trattamento diverso da quello dell'alert, in Italia invece si rimanda al Ministero come responsabile in caso di decisioni sul punto. Che una app di allerta possa gestire una cartella sanitaria e' escluso nonostante consensi. La teoria dietro all'affermazione, ripeto, confermata da AEPD, e' nel testo sui dati anonimi e big data nella salute, pubblicato nel 2013 da O'Really, che ostinatamente gli esperti non vogliono leggere.

Vorrei tanto poter credere di essere cosi' bravo da aver pensato tutto, ma piu' leggo documenti da parte di esperti piu' trovo argomentazioni interessanti.

Quello che pero' stamattina mi ha fatto saltare sulla sedia e' stato un commento sullo store di Google.

S.A.: "Sarebbe interessante se l'applicazione potesse mostrare delle statistiche su quante persone dotate dell'app Immuni tu abbia incontrato giornalmente. -- It would be nice if the app could give you some stats about how many people who had installed the Immuni app you encountered each day/week/month."

Si tratta di un approccio fantastico, da non sottovalutare.

I dati (aggregati) dovrebbero essere pubblici, in modo che l'utilità personale sposi quella collettiva in modo efficace. Peccato che nessuno, per timore della privacy, si sia proposto un risultato simile. In realtà questo non violerebbe la privacy di nessuno, ma sono disposti i Garanti oggi a assumersi richieste (per ora non ricevute) in tal senso ?

Secondo me e' un concetto molto, molto piu' avanti dell'attuale ottimo GDPR. Il trattamento dei dati non dovrebbe essere solo minimizzato, ma anche reso trasparente il piu' possibile come informazioni complessive d'uso. Tutto gia' previsto dal GDPR (cosa che dimostra quanto sia buono il testo e quanti cattivi consulenti puntino sul regime di terrore), ma una scelta di trasparenza sul funzionamento quotidiano e' geniale.

Scommetto che qualcuno, senza ringraziare, inizierà a metterci le mani per una v2.0, ottenuti i lunghi ok dalla lunga catena di committenti / consulenti.

Insomma: "c'e' del marcio in Danimarca", ma anche  "C'è del buono in questo mondo, padron Frodo."

Immuni potrebbe essere una occasione per avere tamponi settimanali per tutti i cittadini italiani.

Ma dopo mesi di protezione civile e politica senza nemmeno aver progettato un risultato simile, ma anzi (e ripeto, ma anzi ! peccato non si possa dire di piu') la domanda da ripetersi fino allo sfinimento e':

Perche' ancora poteri di stato di emergenza alla protezione civile ? Perche' il Governo non ha potenziato le strutture ordinarie per gestire qualcosa che si ripeterà nei prossimi decenni, come nel passato ?

Si vorrebbe far passare per normale il rinnovo dei poteri alla protezione civile.

Normale sarebbe aver potenziato il servizio sanitario nazionale. Non ci riesce l'Italia, non ci riesce l'Europa.

29.06.2020 Valentino Spataro



Immuni e l'ecosistema: i motivi per i quali non usero' l'app - updated
Immuni - sciabolata di commentatori del nulla
Untori digitali
RaiNews24: termoscanner per entrare al lavoro
Immuni o Bill Gates ? La paura si affronta, anche con le parole
Gli equivoci di una app pan europea sul covid: PEPP-PT
Annus Horribilis: bocciata la fattura elettronica a 9 giorni. Dittatura dell'anarchia UPDATED
Il valore insostituibile, e non protetto, della privacy
Se i valori delle primarie sono verificabili
Diffamazione permessa alla stampa, non ai blog: la proposta e la sentenza del 2008



Segui le novità in materia di Vetriolo su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Le basi operative del GDPR
Valutazione: 4.55 su 5
adv IusOnDemand




Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.047