Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Privacy 30.01.2020    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Brexit e privacy: evitare una figuraccia a tutti i costi -UPDATED

Una cosa semplice sta diventando problematica.
Spataro

 

H

Ho letto di tutto in questi giorni.

Una marea di "consulenti" sono pronti a dire che bisogna provvedere a mille ulteriori adempimenti per tutti gli europei che tengono dati personali presso server in UK.

Dai Garanti, fino all'anno scorso, troppa prudenza, e affermazioni ovvie: se Uk esce, diventa paese terzo.

Ma non e' questo il punto.

^ Buttarelli stesso diceva che Uk e ICO continueranno ad usare il gdpr, quindi non c'era motivo di non usare lo strumento previsto per riconoscere a UK lo stesso trattamento degli USA (che peraltro, invece, violano continuamente le norme del GDPR e ci si nasconde dietro ad un dito).

I Garanti dovevano provvedere. Hanno avuto tutto il tempo. Nulla ancora di ufficiale.

Restano quindi tutti pronti a sanzionare chiunque affidi ad un fornitore estero in uk i trattamenti di dati europei senza informare puntualmente.

Eh, no.

Ne va della credibilità.

^ Voglio ancora credere che l'applicazione del gdpr sia sostanziale e non formale. Senza paura di ridicole critiche provenienti dalla stampa.

Non riconoscere a UK uno shield sarebbe una mancanza delle autorità europee, ancora piu' evidente date le dichiarazioni di Buttarelli.

Speriamo bene. Non c'e' bisogno di ulteriori complicazioni, quando ormai meta' del lavoro va in aspetti di privacy. Senza poter aumentare i prezzi. Regalando quote di mercato di chi, negli USA, fa. Indisturbato.

Altro che libera circolazione dei dati. Sarebbe sostanzialmente impedita. Si fa fatica a semplificare gli adempimenti.

^ Provate a utilizzare lo strumento che Enisa ha fornito per valutare i rischi.

Impensabile poterlo usare in meno di due ore e senza competenze specifiche.

Corretto, naturalmente. Ma chi lo puo' usare adeguatamente ? E solo per documentare di aver valutato il rischio, non per realizzare la DPIA.

^ Oppure provate ad usare lo strumento di analisi dei siti: bisogna installare node.js e le informazioni ufficiali non informano delle faq dove si risolvono i problemi piu' comuni su ogni installazione ubuntu based.  Non ci provo ad installare il tutto sotto windows, linux a fatica ma ci sono riuscito. Li vedo certi consulenti con una shell di linux a dare comandi dalla CLI in inglese. Funziona, e' buono, e' una ottima intuizione. Ma quante difficolta'.

^ Oppure prendete le guide per singole ipotesi, guide realizzate dai Garanti. L'ultima che ho letto supera le 100 pagine. Grazie, ma non e' una semplificazione che puo' aiutarmi. Mi aiutera' per altro, ma complicando.

^ Il tutto ormai cercando di sostituire l'attuale eprivacy solo interpretando il gdpr, invece di aspettarne la riscrittura, assai lenta per gli stessi motivi che rallentano tutti.

Urge semplificazione. Prima di tutti per le stesse autorità. Urgono affermazioni che spieghino concretamente come trattare i dati nei casi piu' comuni.

Un lavoro immane, ma l'hanno scritta loro la nuova privacy. E' eccezionale, ma nella pratica da' troppo spazio agli untori.

^ AGGIORNAMENTO del 3 febbraio:

Il Garante italiano: "Si è messa in moto la macchina, il board ha cominciato a definire i criteri attraverso i quali le autorità nazionali potranno, o direttamente, o attraverso i soggetti accreditati, certificare"

30.01.2020 Spataro



UK: Google e Facebook non potranno piu' abusare del mercato da operatori dominanti
Research Shows iOS Covid Apps Are A Privacy Mess
Ransonware nei pc della Cassazione brasiliana
Linee guida su Schrems II: nel breve, mappare tutti i trasferimenti di dati con gli USA
L'Antitrust punta i piedi contro i tracciamenti - tutti - di Google
Privacy: servizi sanitari sotto pressione e multe importanti
Indagine su un Bot di Telegram usato per aggiungere corpi nudi
First HELP course launched in San Marino with focus on data protection and privacy rights
La Corte Europea di Giustizia sulla sorveglianza di massa - traduzione italiana del comunicato
GDPR in pillole per sviluppatori informatici: come spostare un server anche in urgenza



Segui le novità in materia di Privacy su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






A chi dare il proprio pc e il telefono in caso di emergenza ?

Antonio: "E' proprio come me lo aspettavo. Molto chiaro e con molti spunti interessanti su come tutelarsi."

adv IusOnDemand




Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.02