Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Modello di atto di citazione - usura da mutuo bancario

Avv. Alberto Foggia - curatore dell'osservatorio di proc. civ.

adv iusondemand
Sicurezza 31.05.2019    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Una email su tutti i siti per segnalare problemi

Un ascoltatore del podcast caffe20.it fa una proposta molto intelligente.

Download or Play, List or RSS:

 

Indice

  • Pensate di avere una falla di sicurezza
  • Vi vogliono chiedere qualcosa ? Come vi
  • Ma non sarebbe molto megliio per tutti s
  • Comunque: controllate i vostri siti (o p
N

Non voglio qui entrare in polemica per dire se sia obbligatorio o meno.

E' utile.

Pensate di avere una falla di sicurezza e che qualcuno se ne accorga. Vuole contattarvi. Come fa ?

Quanti siti non forniscono recapiti. Nomi di persone. Persone da contattare.

Provate a guardare il vostri sito. Il link e' piu' lontano di due click ? Allora anche voi avete un problema.

Che e' piu' ampio, intendiamoci.

Vi vogliono chiedere qualcosa ? Come vi possono contattare ?

Tanti siti roboanti promettono mari e monti. Ma poi ? C'e' un telefono fisso ? Un indirizzo, una email ?

E il cliente interessato scappa.

La normativa ecommerce e la privacy impongono di poter contattare qualcuno.

Ma non sarebbe molto megliio per tutti strutturare un modulo contatti per farsi contattare ?

Sembra folle, ma il web e' diventato troppo sordo. Si perde la capacità di interagire solo per paura di spam, offese, abusi o altro.

Non pensateci. Controllate i vostri siti.

Ci mancava il gdpr a oscurare i dns. Nemmeno le email di riferimento possiamo avere. Follia interpretativa che dimentica che i dns erano pubblici per contratto e per legittimo interesse alla trasparenza. Non c'era bisogno di consenso. Infatti tutte le leggi impongono l'identificazione di chi offre servizi, tratta dati, ha una attività. I privati che vanno in pubblico su internet ? Potevano restare anonimi, no, non e' bastato. Tutti anonimi per interpretazione (errata dal mio punto di vista).

Comunque: controllate i vostri siti (o pagine Facebook !).

Siate raggiungibili. E' il web, no ?

Il GDPR ha apparentemente imposto norme draconiane. Questa e' semplicemente utile. Facciamolo.

31.05.2019 Spataro
Fonte: Spataro




Segui le novità in materia di Sicurezza su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Sicurezza:


"Stay Hungry. Stay Foolish." - Steve Jobs


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in