Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Scuola 20.04.2016    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Emarginata una disabile a scuola ? Solo un cattivo uso della comunicazione online.

Il solito caso travisato dalla stampa. Nella foto una provocazione o un episodio da gestire ? L'immediatezza degli strumenti puo' causare danni.

 

R

Ragazza disabile emarginata dai compagni e dai loro genitori in una gita di classe.

Ecco quello che e' stato raccontato. Balle.

La ragazza ha dei seri problemi, con attacchi violenti per se' e per gli altri che i compagni hanno imparato a gestire in classe. Anni in cui i ragazzi si sono aiutati insieme all'insegnante.

Si organizza quindi una gita di classe e un'altra ragazza dice che non vuole dormire con lei, e' pericoloso. Ovvio no ?

Quindi l'insegnante si offre disponibile a dormire con la ragazza disabile. Risolto ? No.

Per qualche motivo lo scontro diventa ideologico e i genitori ritirano la figlia disabile, ma alla richiesta di pagare la penale il caso scoppia e finisce sui giornali.

Male. Male lo strumento di comunicazione: whatsapp.

Whatsapp permette una comunicazione istantanea senza moderazione. Una vera follia.

Chi usa l'email da anni come me, almeno dai primi del 1990, quando si chiamava netmail o matrix, sa quando i danni stanno arrivando.

Quando si risponde senza pensare. E il contesto, che sembra giustificare la risposta, dopo pochi minuti non e' piu' quello che si provava come adeguato ad una risposta piccata.

Ho visto social per scuole chiudere dopo anni di sperimentazione per problemi di controllo e di gestione.

La parola che e' sempre mancata e' una: moderazione. Non "tranquillita'", ma "moderare", colui che viene investito dell'attivita' di moderatore, e decide cosa deve e cosa non deve passare.

E' indispensabile in questi e in altri ambiti.

Peccato.

E' normale perdere la pazienza. E' sbagliato usare strumenti che amplificano questi momenti. Tutto qui.

20.04.2016 Spataro
Fonte:




Segui le novità in materia di Scuola su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Scuola:


"Che cosa vuol dire intelligente? Intus legere, leggere dentro." - Paolo VI, 1965


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in