Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Bitcoin 21.01.2014    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Prima proposta di legge per regolamentare Bitcoin, identificando gli utenti

Identificare tutti i pagamenti, o solo quelli oltre 1000 euro. Proposta tutta da studiare per i risvolti che comporta.

 

Indice

  • dall'altro lo si limita e vi si impone
I

Il deputato area SEL Sergio Boccadutri propone il testo che ha pubblicato su twitter, ancora introvabile sul sito della Camera tra gli emendamenti al testo "destinazione italia".

Propone di sviluppare nuove soluzioni e-commerce, tra le quali il Bitcoin.

Per questo si propone che su transazioni superiori a 1000 euro sia richiesta l'identificazione del titolare effettivo., tramite decreto del Min. Economia, sentiza la Banca d'Italia.

La tesi e' semplice: equiparare i bitcoin e le crittovalute (o criptovalute) al contante. Ecco perche' assimilarlo al limite dei 1000 euro.

Domande.

Proposta tanto articolata sembra provenire da lontano. Competenza sofisticata nel testo proposto. Ma fin qui, nulla di nuovo, purtroppo.

Il problema e' che da una parte si afferma un valore sociale della crittovaluta, dall'altro lo si limita e vi si impone una meccanismo di identificazione che non so quanto sia compatibile con bitcoin.

Inoltre si pensa di avere una moneta a cambio fisso, e non e'.

E per altri aspetti, la si vuole legittimare come strumento possibile e lecito.

Tutti aspetti che, al momento, nessuno in rete ha osato affermare con certezza.

Anzi. A questo link troviamo una definizione di pagamenti totalmente anonimi (e allora che pago a fare se poi, anonimo, non ricevo nulla ?) che contrasterebbe con la natura dell'emendamento che richiede l'identificazione, rendendo illegale bitcoin.

Ecco il testo qui disponibile (luogocomune.net):

"Ma c'è di più: la moneta Bitcoin si comporta in maniera del tutto simile alle banconote tradizionali nel senso che è anonima. Se andiamo al mercatino delle pulci e compriamo un vecchio Commodore 64 pagandolo in contanti non c'è nessuna traccia di questa transazione. Non c'è bisogno di conoscere il nome del venditore, e lui non ha bisogno di conoscere il vostro. Al contrario il denaro elettronico convenzionale fa capo a conti correnti, ed ha quindi accesso a diverse informazioni sui nostri riguardi. Ma dato che Bitcoin non utilizza conti correnti e fa affidamento invece su crittografia a chiave pubblica[12] non c'è modo di capire chi ha inviato denaro a chi altro semplicemente guardando il database delle transazioni."

Tuttavia gran parte delle spiegazioni in materia sembrano ricalcare un testo qui disponibile e molto interessante.

La EFF affermerebbe che bitcoin e' la moneta che supera la censura e l'accetta per le donazioni:

"This week, the Electronic Frontier Foundation received a generous donation of 726 bitcoins – worth $95,070.73 in United States dollars.  See the blockchain transaction here."

Tuttavia nel 2011 EFF rimuove il supporto dei bitcoin per le donazioni perche' non comprendono tutte le conseguenze legali: https://www.eff.org/deeplinks/2011/06/eff-and-bitcoin

Ma poi nel maggio 2013 ci ripensa:

Perche' ? Qui la risposta

"The EFF wrote on its blog that its own research along with recent guidance from the U.S. Treasury Department's Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) "have confirmed that, as a user of Bitcoin or any virtual currency, EFF itself is likely not subject to regulation.""

 

Per concludere questa panoramica ricordo Star Trek: "siamo sulla Terra nella seconda guerra mondiale, ci sono ancora i soldi".

Eff userebbe BITPAY, un intermediario che converte giornalmente i bitcoin in moneta e paga i venditori, per ridurre i rischi di intermediazione.

Fino ad ora non ho parlato di miners, coloro che tengono accesi computer per raccogliere/generare bitcoin gratuiti per chi inizia, gratuiti ma in cambio di cessione di potenza di calcolo.

Perche' sarebbe necessario tenere accesi computer ?

Perche' il sistema richiede che i soldi non vengano usati due volte da chi li ha. Quindi ogni computer deve avere una copia di tutte le transazioni mondiali per impedire che si ripetano.

Ripeto: questo quello che dicono in molti. Ma ancora non l'ho potuto verificare.

Sul funzionamento un testo veramente chiarificante, in inglese, ma da verificare.

21.01.2014 Spataro
Fonte: spataro




Segui le novità in materia di Bitcoin su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Bitcoin:


"La liberta' non appartiene a nessuno: siamo noi che apparteniamo a lei" - Babakar Mbaye Ndaak


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in