Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Agcom 23.07.2013    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Agcom: consultazioni pubbliche su diritto d'autore e pubblicita' su internet.

Continua la ricerca di estensione dei poteri a nuovi settori e con nuove motivazioni.

 

Indice

  • Per il diritto d'autore
  • Fantastico. Non c'e' un motivo.
  • Ma tutto questo tempo (anni !) dedicato
A

Agcom continua a volersi occupare di internet.

Segue tutti i filoni: quello della pubblicita' e quello del diritto d'autore.

Per il diritto d'autore abbiamo una dichiarazione durante l'audizione in Parlamento:

  • "l’azione regolatoria dell’Autorità si baseranno: (i) sull’educazione alla legalità e (ii) sullo sviluppo di un’offerta legale in Rete dei contenuti protetti dal diritto d’autore."
  • "vi sarà anche uno strumento di enforcement, le cui modalità, in corso di definizione e fatto salvo lo strumento normativo primario del Parlamento, prevedono un’attivazione solo su segnalazione/denuncia dei titolari dei diritti e non d’ufficio, e mai nei confronti degli utenti-downloaders, dando priorità invece ai casi di violazioni massive del copyright."

Visti i precedenti abbiamo il dovere di non presumere nulla. Dai precedenti questi significa poter bloccare comunque dall'accesso internet operatori importanti, magari stranieri. Insomma: per dare un potere a qualcuno, anche per legge, bisogna avere numerose garanzie e strumenti di tutela. E fiducia nelle istituzioni. Tutte cose che mancano oggi come oggi, e non per colpa di agcom.

Per la pubblicita' ecco: gia' scaduta, si chiede a chiunque di dare informazioni. Insomma:

  • "Perchè lo facciamo?
    "Vogliamo semplicemente capire. E vogliamo farcelo dire da chi Internet la frequenta ogni giorno, o anche da chi ha appena iniziato.
    "Insomma, da voi."

Fantastico. Non c'e' un motivo. Procedimento amministrativo a tempo perso (e mi chiedo quanto abbia un qualsiasi valore, se come utile nei ritagli di tempo).

C'e' gia' una autorita' che se ne occupa. L'antitrust. E l'IAP. E altri. Anche loro.

Insomma: Internet fa troppo gola. Ma noi siamo anche stufi. Si occupino di quello che e' stato chiesto dalla legge. Se hanno pressioni di occuparsi di altro, siano trasparenti.

Ma tutto questo tempo (anni !) dedicato a cercare nuovi criteri e nuove regole per attribuirsi il potere di  occuparsi di internet non e' tra le loro competenze istituzionali.

 

23.07.2013 Spataro
Fonte:




Segui le novità in materia di Agcom su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Agcom:


"Non c' vento favorevole per chi non sa in che porto vuole andare." - Seneca


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in