Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Privacy 10.09.2012    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Malato, pubblica sul web i dati della propria cartella dopo averla craccata

Malato: vuole sapere e si da' da fare. E chiede aiuto.

 

Indice

  • Non per seguire le cure passivamente o d
  • Ma un aspetto mi preme sottolineare.
M

Malato e smanettone, si mette in testa la malsana idea che i dati della propria malattia (e tutti quelli correlati nelle cartelle cliniche) vadano messi online perche' qualcunque medico li possa vedere.

E due medici, nel week end, gli propongono alcune cure che lui divulghera' sul sito gratuitamente e in pubblico cosi' come i dati della propria malattia.

Ebbene si': da solo lui lo puo' fare. Fare un portale sarebbe piu' complicato, e comprendo le attenzioni del Garante, ma comprendo anche come un portale dovrebbe aiutare qualunque malato a mettere online le proprie malattie e aspettare proposte di cure.

Non per seguire le cure passivamente o da solo, ma per poi scegliere il proprio dottore o portarle al proprio dottore.

E' un modo non passivo di subire la malattia che mi piace troppo per non scriverci sopra, dopo avere visto il video su youtube e, copiato, in La Stampa.

Certo: ci sono tutti i suoi dati sanitari e non.

Il Garante giustamente potra' preoccuparsi di altre finalita'. Ma sarebbe fantastico potersi occupare di una soluzione simile contemperando tutte le esigenze, e senza far impazzire in complesse operazioni online.

Ma un aspetto mi preme sottolineare.

Il referto medico informatico e' fornito in formato informatico chiuso, proprietario.

Lui, per pubblicarli sul sito, ha dovuto craccarli.

Per poter usare come meglio crede i propri dati, ha dovuto craccare il formato proprietario.

Mi sembra una idea geniale. Tieni duro.

 

10.09.2012 Spataro
Fonte: artisopensource




Segui le novità in materia di Privacy su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Privacy:


"Per tutti i cambiamenti importanti dobbiamo intraprendere un salto nel buio" - W.James


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in