Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Dizionario 08.05.2012    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Play books: cosa significa - dizionario

Lo store di libri di Google

 

E

E cosi' Google si e' messa a vendere libri.

Il motivo e' semplice: lei sa cosa interessa alle persone, quindi puo' offrirlo mentre cercano.

Questo veniva detto 18 mesi fa. In un anno Amazon ha spiazzato il mercato e io mi porto sempre in tasca il Kindle piu' dell'iphone e dell'ipad (sto diventando come Stallman delle eff :-)

All'epoca si diceva che il libro sarebbe sempre stato nella cloud. Questo mi crea qualche perplessita' sulla consegna dei miei files che acquisto.

Ma soprattutto, non potendo leggerli sul kindle, non mi interessano.

Ecco come una buona idea puo' arrivare tardi.

Poi bisogna considerare l'intero ecosistema di Google, che lui stesso ha unificato.

Google permette di cercare, distribuisce e vende direttamente. Insomma, fa lui tutto, proprio tutto.

Si dira': anche Apple ed Amazon.

In realta' Google si e' posto come l'intermediario per i contenuti, e ora allargandosi rende evidente la sua necessita' di usare la sua posizione dominante. Il tema e' stato gia' sollevato da altri piu' autorevoli di me, non svelo certo l'acqua calda.

Sta di fatto che la posizione di Google e' diventata scomoda su internet: infatti chi crea cose nuove oggi fa di tutto perche' non siano indicizzabili troppo o per nulla da Google, e lo stesso ceo di Google lamenta la tendenza diffusa sul web di nascondergli le cose. Il web non e' piu' aperto come una volta.

Vero. E' diverso. Anche per il modo in cui Google interpreta il suo: don't be evil.

In poche parole Google vende libri senza supporto, da un proprio store, legato al motore di ricerca.

Praticamente fa concorrenza ad Apple ed Amazon. Oppure incrementa la sua posizione dominante su Facebook ed Amazon.

Giuridicamente vi e' un conflitto di interessi sui prodotti, lui che fa il pubblicatario. Vuole arrivare a marcare i propri prodotti come al supermercato ?

La rete e' piu' diffusa. Facile mestiere prevedere che ci saranno cause, ogni qual volta Google ampliera' il proprio settore merceologico.

Al momento bing e Yahoo offrono motori di ricerca piu' semplici e buoni al 98%. Vale la pena non dimenticarli, se per caso, come me, non siete passati a Twitter per cercare qualsiasi cosa in rete.

08.05.2012 Spataro
Fonte:




Segui le novità in materia di Dizionario su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Dizionario:


"Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi." - Cesare Pavese


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in