Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte.



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Podcast  Dizionario    
             

  


Webosophy 22.06.2011    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Alle porte del cambiamento, senza sapere cosa c'e' dopo.

Metti il caso che dormi e sogni...
Spataro

 

M

Metti il caso che dormi e sogni.

Davanti a te una porta chiusa. Dietro la porte rumori mostruosi, terrorizzanti, ma dietro un'orda di persone senza faccia preme spinta da un'altra orda a cavallo che ti impedisce di pensare e ti fa solo pregare che la porta si spalanchi e ti faccia passare.

Poi la porta si apre, e i colori non sono colori, le forme non sono forme, ma le persone sono quelle che sono, e non quelle che appaiono.

In tanto sogno utopico c'è molto di quello che si vive oggi.

Tutti a chiedersi come può funzionare una vendita mondiale di ipad a 600 euro e la crisi economica, come il successo del web e le leggi e le sentenze che si inventano criteri e idee che non hanno nulla di legale, ma di verisilmente legale.

Le persone non possono informarsi, non possono fare cultura, devono rispettare il diritto d'autore: l'odio comunista mette il fango alla proprieta', almeno come i distributori infangano i piccoli che non accettano le loro regole.

E' un mondo di fango il nostro, ma non sarà per sempre.

Si vedono i giovani credere in idee belle, pulite, fondate sulla competenza, sul lavoro, sulla libertà di decidere quando regalare e quando vendere.

Poi altri invece vogliono portare vecchie forme di potere ai nuovi equilibri, inventando guadagni facili, bellezza senza fatica, network senza ideali.

Questo è il nostro mondo, oggi.

In questo mondo parlare senza violare una legge è diventato quasi impossibile.

Prendiamone atto, e andiamo avanti.

Creiamo luoghi di incontro dove chi ci crede possa portare avanti progetti utili per gli altri che ci credono.

Lavoriamo gratis con i nostri amici e con coloro che rispettiamo.

Il valore della collaborazione con costoro porterà la realizzazione di progetti professionali lucrativi di qualità superiore alla norma, perchè fondati sulla stima.

Seguiamo la stima come un cane da tartufi la radice tanto agognata. Seguiamo chi stiamo meritatamente ad occhi chiusi, e lavoriamo professionalmente per rendere la stima un valore anche per gli altri, e facciamo pagare il lavoro realizzato con tanta passione e tanto utile agli altri.

Questo può essere il senso del lavoro quando tutto non avrà più il valore che ha oggi, e si dovrà trovare un nuovo metro per misurare il valore.

E scopriremo che il valore ce lo danno gli altri, e con quello possiamo ricostruire quello che i nostri padri hanno distrutto.

Basta pensare a sviluppare il web per noi stessi. Realizziamolo per stare insieme agli altri e offrire quello che serve agli altri.

Da quando ho cambiato rotta in questa direzione ho raddoppiato le vendite dirette mentre Google ha stretto la borsa e dimezzato le entrate.

Basta dipendere dai monopoli. Siamo tanti e abbiamo tutti bisogno degli altri che la pensano come noi.

Basta stimarci. Gli altri passeranno il tempo a mordersi i brandelli quando non ci sarà più nulla da prendere agli altri, senza dare.

22.06.2011 Spataro



5 anni dopo: il web e' pericoloso. E' difficile. Montemagno
Life is made by people no more smart than you. And ask, act !
Vietato! I limiti che cambiano la fotografia
Comunicare senza twitter ?
Sul tema dei controlli e della liberta' su internet.
Keynote e prospettive
Hashtag sotto attacco ?
Lezioni di vita: dall'Opera ai Sogni di giovani
#software incompatibili con gli aggiornamenti, i linguaggi e le ... zucchine
Chi ha paura della rete! 52 pagine di guida alla rete scritta da studenti e docenti. Imperdibile



Segui le novità in materia di Webosophy su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)


Dossier:



dallo store:
visita lo store






Dal 1999 il diritto di internet. I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in 0.077