Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

  


Sinistro Fantasma: come difendersi

9,90 €       download immediato

adv iusondemand
Fluidificazioni fluttuanti 31.05.2011    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

La sala cinematografica di qualche anno fa, il 2069

C'era una volta ... (da leggere ascoltando da youtube il link sotto indicato)

 

L

Lo so: ormai hai venti anni, e parlare di sale come erano fatte nel 2069 ti fa sorridere.

Quando eri ragazzo leggevi i libri, andavi a cinema e tornavi carico di nuovi amici e nuovi appuntamenti. Figurarsi se ti interessa sapere come era fatta una sala prima che nascessi.

Beh, nel 2069 io c'ero.

Era una novita'. Finalmente la guerra dei trent'anni era finita, e i giovani avevano cambiato le istituzioni, non solo le persone al potere. C'era aria di velata anarchia solidale, la chiamavano netitution.

Erano giorni strani, perche' oltre alle nuove istituzioni i giovani avevano tolto le vecchie leggi, e la privacy era esercitata con un click, e non c'era piu' bisogno di giudici se non per coloro che mentivano o che aggregavano piu' di 100 milioni di utenti, cosa che era stata vietata se non autorizzata e sotto la gestione diretta di una autorita'.

Comunque, per farla breve, i social network entrarono nei cinema. Bastava passare dall'entrata, i soldi venivano presi dal telefonino che comunicava anche il tuo account facenook.

A quel punto i film cambiavano. Bella sorpresa, lo so che tu ci sei abituato. Oggi non si usano nemmeno piu' i profili degli spettatori ma gli avatar.

Pero' allora era incredibile andare a vedere un poliziesco e vedere inchiodato al muro tuo padre o tuo fratello. Si', il film prendeva il tuo account, i tuoi amici, prendeva le loro foto e le metteva dentro il film. Le animava, ovviamente.

Oh, era roba nuova, sai ? Mica come i profumi, che non sono mai stati popolari. L'odore di pioggia piaceva per un po', ma poi disturbava.

Poi uscivi, i sistemi si resettavano, ognuno prendeva una percentuale e lo Stato ridistribuiva i proventi sulle spese. Praticamente spendendo sulla base dei tuoi gusti i pubblicitari risparmiavano mandandoti quello che ti piaceva.

Alcuni lo chiamavano consumismo di Stato, che gestiva i rapporti tra acquisti e produzione. Pero' ce n'era per tutti e pochi credevano potesse durare.

Fino a quando, era il 2075, arrivo' il risveglio. Qualcuno aveva mentito, ma a livelli cosi' alti che non si poteva semplicemente metterlo in galera. Tutte le basi tornarono a scuotersi e tremare, e cominciammo a pensare di essere stati ingenui.

Invece risolvemmo ancora una volta tutto. Non noi, che non ci capivamo piu' nulla, ma le generazioni successive. Ebbero le idee giuste, sfruttando i nostri mezzi tecnici, ma in modo innovativo. Avevano fatto un altro salto in avanti.

Ok, domani ti parlero' di altro, ma oggi mi era venuto in mente questa vecchia storia, e volevo raccontartela.

Buona notte, nipote.

 

 

31.05.2011 Spataro
Fonte: Spataro




Segui le novità in materia di Fluidificazioni fluttuanti su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Fluidificazioni fluttuanti:


"Il colore un mezzo di esercitare sull'anima un'influenza diretta. Il colore un tasto, l'occhio il martelletto che lo colpisce, l'anima lo strumento dalle mille corde." - Vasilij Kandinskij


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in