Civile.it
/internet
Osservatorio sul diritto e telecomunicazioni informatiche, a cura del dott. V. Spataro dal 1999, documenti.

Il dizionario e' stato letto volte. Scarica l'app da o da



Segui via: Email - Telegram
  Dal 1999   spieghiamo il diritto di internet  Store  Caffe20  Dizionario  App  Video Demo · Accesso · Iscrizioni    
             

Abbonati:




Scarica il dizionario:


Per cancellarsi dalla precedente newsletter interna

  


Ecommerce 12.10.2010    Pdf    Appunta    Letti    Post successivo  

Come strutturare uno store per ebook in pdf o per qualsiasi vendita on line

Vendere al mercato e' piu' facile che a distanza. Ma non di soli pomodori vive l'uomo ... Photo courtesy by Spataro

 

Indice

  • LE NORME INTERESSATE
C

Chi mi segue su twitter sa che sto lavorando ad uno #store con funzionalita' avanzate.

Senza anticipare nulla di quello che alcuni tester stanno ancora valutando, trovo l'occasione ghiotta per affrontare alcuni temi.

 

TUTTI HANNO LO  STORE MIGLIORE

In questi giorni tutti coloro che compravano ebook con Kindle - Amazon store o musica e app con Apple Store vedono ora arrivare sul mercato decine di nuovi operatori.

In Italia, ne abbiamo parlato con Marco Giacomello, abbiamo Edigita e la nuova piattaforma di Telecom (che ricalca moltissimo una startup di Torino).

Io acquisto da tempo su molti store. Quelli americani hanno proprio una logica diversa, tutta basata sul centralismo del cliente.

In Italia invece siamo piu' attenti al processo, ai passaggi per l'acquisto.

Risultato: gli store italiani dicono che cosa vendono, ma non tengono informati il cliente.

 

 

I DIFETTI DA NON RIPETERE

Ho appena acquistato un ebook da una straordinaria imprenditrice da uno store minore, italiano.

Bellissimo sapere che avro' un link attivo solo per 1440 minuti per scaricare il libro. Calcolatrice alla mano, scopro che sono 24 ore. Ma da quando ?

Cerco un modulo di contatti e trovo 10 indirizzi sparsi per l'Italia.

Cerco l'email mittente che coincide con quella della societa', e mi arriva un messaggio di errore: "casella piena".

Siamo in Italia, accidenti: usiamo il telefono ! Mi risponde una cortesissima ragazza che ha gia' intuito che sono io e mi annuncia l'invio del pdf. Ah, questo e' supporto, non quello informatico.

 

 

GLI ANGLOSASSONI

Noi siamo impauriti da mille incombenze e da mille obiezioni che i clienti possono fare (e fanno) per immaturita' del mercato. Ne so qualcosa vendendo io stesso ormai da 11 anni via internet.

Cosa ci vuole ?

1) vendite semplici. Il fisco vuole mille dati ? Chiediamoli con semplicita'

2) evitiamo ripetizioni: sono computer accidenti, devono sapere tutto quello che serve quando serve e non chiederci le stesse cose mille volte.

3) non usiamo un solo canale di comunicazione: l'ordine tramite web va confermato via email (anche per direttiva ecommerce), ma usiamo anche il telefono, skype, ... Ogni cliente ha il suo mezzo preferito

4) facciamo di piu'. Magari possiamo controllare a mano i pagamenti, ma usiamo l'email per mandare la fattura in pdf. Basta una informativa adeguata a norma ecommerce sul sito

5) scrivamo condizioni legali per esseri umani. Non bisogna essere dei geni per scrivere condizioni legali come le vogliono alcuni professionisti e a volte alcune leggi. Ma facciamoci capire da chi ci cerca

6) analizziamo le vendite in forma aggregata: dobbiamo capire cosa funziona e perche'. La semplicita' e' solo uno degli elementi

7) accettiamo bonifici, oltre a paypal e carte di credito

8) ai nostri partner diamo accesso ad una reportistica evoluta ed in tempo reale della nostra contabilita', nella parte che li riguarda.

 

AL VENDITORE COSA SERVE ?

Parlando con i nostri partner e con i professionisti che abbiamo incontrato in questi anni abbiamo riscontrato la meraviglia verso il nostro sistema di gestione dei pagamenti.

Non che sia perfetto, tutt'altro. Ma e' pensato per chi vende.

L'idea e' semplice: io voglio vendere, il sistema mi prepari la fattura, io non voglio impazzire con word, ma voglio gestire i miei ordini come sempre.

Al venditore serve fare la fattura quando vuole. Evadere l'ordine come ritiene. Offrire uno store completo spesso e' solo un caos, non potendo interfacciarsi con il lavoro di ognuno.

Per questo molti imprenditore che lavorano su internet, ma che non hanno e non vogliono uno store, sono particolarmente interessati ad una soluzione semplicissima come la nostra.

E il loro feedback aiuta ad aggiungere altre funzionalita' al servizio.

Il fatto che i maggiori prestatori di servizi simili siano all'estero, fa si' che ignorino la nostra normativa fiscale.

In fondo si tratta di poter far pagare una iscrizione o emettere una fattura europea per la pubblicita' di Google. Tutto il resto sono gestioni che interessano ad aziende di dimensioni mediamente superiori a quelle interessate ad un servizio simile.

 

DIRITTO DI RECESSO

Nelle vendite di beni immateriali il diritto di recesso non si applica.

Questo non significa che si possa vendere piu' facilmente. Anzi. L'ideale sarebbe offrire anteprime dell'opera.

Per farlo ci sono mille soluzioni: chi manda un pdf di poche pagine, chi realizza un intero sito, chi mostra tramite screenshot le anteprime del prodotto, chi realizza un video. In breve strumenti di comunicazione e promozione sono rilevanti sia per motivare l'acquisto sia al fine di dire "non mi aspettavo che fosse cosi'".

Tutti questi aspetti sono estranei alla gestione dei pagamenti, degli ordini e delle fatturazioni. Ed e' su questi aspetti che giustamente i venditori si vogliono concentrare, dedicando il meno tempo possibile alle incombenze ripetitive.

 

IN BREVE

Gli store italiani, al confronto con quelli americani, sono lasciati a societa' di servizi che si occupano degli aspetti informatici, a volte con quale nozione legale, raramente con una centralita' del cliente durante l'ordine.

Si deve anche comprendere che non e' tutta colpa dei fornitori. E' anche un problema di organizzazione aziendale. Se si vende al pubblico, si deve creare un servizio di assistenza intelligente per il cliente, per contattare il venditore.

E ovviamente il venditore deve avere in tempo reale la situazione del compratore, per poter rispondere ad ogni sua domanda senza chiedergli nuovamente quello che il compratore, tramite computer, ha gia' detto.

Insomma, stiamo maturando, ma e' un problema piu' culturale che informatico

 

ps: i clienti di IusOnDemand stanno gia' utilizzando lo store con le nuove funzionalita'. Ma ne parleremo ancora. :-)

pps: la stessa Unione Europea ha redatto uno studio sulle vendite a distanza in Europa, con risultati deprimenti per tutte le nazioni europee.

 

LE NORME INTERESSATE

  • testo unico iva
  • direttiva ecommerce
  • testo unico privacy 
  • codice civile

12.10.2010 Spataro
Fonte: Spataro




Segui le novità in materia di Ecommerce su Civile.it via Telegram
oppure via email: (gratis Info privacy)



Dossier:



dallo store:
visita lo store

Altro su Ecommerce:


"Il colore un mezzo di esercitare sull'anima un'influenza diretta. Il colore un tasto, l'occhio il martelletto che lo colpisce, l'anima lo strumento dalle mille corde." - Vasilij Kandinskij


Spieghiamo contratti, ecommerce, privacy e il diritto di internet su Civile.it dal 1999



Tinyletter - I testi sono degli autori e di IusOnDemand srl p.iva 04446030969 - diritti riservati - Privacy - Cookie - Condizioni d'uso - in